menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, l'aggiornamento: 89 casi in Regione Campania

Esaminati 71 tamponi nel pomeriggio, 12 sono risultati positivi. Tra gli 89 casi un paziente è guarito

L'Unità di Crisi della Protezione civile della Regione Campania comunica che nel pomeriggio di oggi sono stati esaminati 71 tamponi presso il centro di riferimento dell'ospedale Cotugno. Di questi 12 sono risultati positivi. Come per tutti gli altri, si attende la conferma ufficiale da parte dell'Istituto Superiore di Sanità. Nella mattinata erano stati esaminati 48 tamponi di cui 14 risultati positivi.

Totale positivi in Campania: 89 di cui uno guarito.

Zone rosse

Sono state intanto definite le nuove misure nazionali di contenimento dell'emergenza. Nell'articolo 1 della bozza del nuovo decreto del governo, che sarà varato questa sera, compare il divieto di ingresso e di uscita dalla Lombardia e da altre 11 province, e l'estensione delle zone controllate a Piemonte ed Emilia-Romagna. Nel dettaglio, le province diventate "zona rossa" sono le seguenti: Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti e Alessandria

Il commento di Vincenzo De Luca

"Credo sia giusto spiegare cosa sta tentando di fare il Governo nazionale. Misure straordinarie per cercare di alzare, se possibile, una barriera contro la diffusione incontrollata del contagio. Per raggiungere questo obiettivo serve ricorrere a misure rigorose per due/tre settimane almeno.

È evidente che si è chiesto un sacrificio a tutti. Ma la posta in gioco è altissima. Se fallisce il tentativo di bloccare il dilagare del contagio, la situazione diventa davvero drammatica. Questa è la semplice verità.

Per questo motivo devono essere cancellati comportamenti inconsapevoli o irresponsabili. È sabato sera. Mi permetto di fare un appello accorato ai ragazzi e ragazze, alle loro famiglie, perché la consuetudine della movida del fine settimana, dell'incontro di centinaia e centinaia di ragazzi che si radunano nei locali a contatto diretto, sono assolutamente da evitare, per la tutela della salute dei ragazzi e per la tutela delle nostre comunità. Mi aspetto da tutti un aiuto in termini di consapevolezza e responsabilità", E' il commento del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. 

I casi 

Positivo anche un marinaio americano di base a Napoli: si tratta del primo caso tra i militari statunitensi in Europa. Lo comunica il US European Command e la US Naval Forces Europe-Africa. Il marinaio è risultato positivo venerdì ed è ora in corso un'indagine per determinare se altri marinai sono stati esposti al virus. 

Dall'inizio dell'emergenza sono stati eseguiti oltre 700 tamponi. 

Primo positivo all'Ospedale del Mare

Un 70enne, residente nel casertano, è risultato positivo al tampone da Covid-19. L'uomo si era inizialmente presentato al pronto soccorso dell'Ospedale del Mare per accertamenti per una febbre persistente da più di una settimana. Dopo 24 ore dal primo ingresso in ospedale il tampone ha dato esito positivo al Coronavirus. Sanificate le aree dell'Ospedale del Mare attraversate dall'uomo.

Nella serata di ieri la Regione Campania ha reso pubbliche due ordinanze che contengono nuovi provvedimenti adottati per prevenire il contagio del Coronavirus. 

Discoteche

La Regione Campania ha disposto la sospensione immediata - su tutto il territorio regionale - fino al 15 marzo 2020 delle discoteche, di ogni altro luogo di svago o divertimento la cui frequentazione, per le modalità di ritrovo, comporti assembramento degli utenti e comunque non consenta che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e con il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro disposto nel DPCM del 4 marzo. 

L'ordinanza è stata notificata a Sindaci, Prefetti, e Questure perché dispongano le verifiche e i controlli di rispettiva competenza in ordine all'osservanza delle presenti. 

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

Isole del golfo

La secondo ordinanza (numero 6) dispone una limitazione per l'accesso alle isole del golfo di Napoli (Capri, Ischia, Procida) per i turisti provenienti dalle zone rosse. In particolare, non potendo sulle isole provvedere a una "scrupolosa sorveglianza sanitaria", la Regione Campania ha disposto la limitazione all'accesso alle isole del Golfo di Napoli di gruppi organizzati di visitatori provenienti dalle regioni e province di cui agli allegati 2 e 3 al DPCM del primo marzo 2020 attraverso il divieto di imbarso sulle linee di collegamento con le isole.

Un caso a Ischia

E' disposto inoltre l'obbligo di adozione di misure di controllo individuale e rilevazione della temperatura corporea di tutti i passeggeri in imbarco verso le isole. A tal fine viene disposta la costituzione di 4 postazione di verifica - attraverso l'utilizzo di strutture già esistenti (postazioni mobili da installarsi all'uopo) nel porto di Sorrento, Porta di Massa e Beverello e Pozzuoli

Obbligo di effettuare sanificazioni degli abitacoli su tutti i veicoli e osservanza di distanza minima tra passeggeri. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento