Immigrati in fuga dal centro di accoglienza: sono positivi al Covid-19

Sono stati trovati dopo circa un'ora dopo la denuncia della loro fuga

Una ventina di immigrati ospiti di un centro di accoglienza di Terzigno, hanno rifiutato di osservare la quarantena. In quattro si sono allontanati dalla struttura per dirigersi verso le città confinanti: Boscotrecase, Boscoreale e Torre Annunziata.

Sono accusati anche di aver danneggiato l'automobile del titolare della villa che li ospita. Al momento gli immigrati risultati positivi al Covid nella struttura sono tre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La loro fuga però è durata poco, sono stati ritrovati e portati nel centro di accoglienza di Terzigno dal quale erano fuggiti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

  • Polmonite bilaterale senza patologie pregresse a 32 anni: "Ho visto il mio amore avere fame di ossigeno"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento