menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, anche la pasticceria Poppella chiude i battenti

Anche l'inventore del "Fiocco di neve" chiude i battenti: "Speriamo di poter riaprire quando il virus sarà debellato"

Anche Ciro Poppella si ferma. Il titolare della famosa pasticceria napoletana ha deciso di chiudere le sedi della Sanità e di via Santa Brigida per tutelare la salute di tutti nel rispetto delle direttive imposte dal Governo e per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. “Non è stata una decisione facile - ha spiegato Ciro Poppella - ma necessaria e adottata per il bene della collettività. Nelle mie pasticcerie abbiamo sempre rispettato le normative indicate dal Governo ma è arrivato il momento di mettere davanti a tutto la salute dei miei collaboratori e della clientela. Solo restando a casa si può sconfiggere il Coronavirus. Impossibile non avere in questo momento delicato un comportamento di responsabilità e coscienza civica. Ed è per questo che chiudo le attività fino a data da destinarsi sperando di poter riaprire quando questo virus sarà debellato definitivamente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento