menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Coronavirus, la surreale Pasqua di Napoli

Strade più che mai vuote, tutti i negozi chiusi e controlli stringenti delle forze dell'ordine

Una Pasqua surreale, come non ci si poteva del resto aspettare altrimenti, quella partenopea in questi giorni di emergenza Covid-19.

Strade più che mai vuote, battute da un leggero sole primaverile, televisori in sottofondo e persone che parlano dai balconi. Sorvolato da un elicottero il centro cittadino: sono fitti i controlli delle forze dell'ordine perché il tempo clemente non spinga nessuno a violare il lockdown.

Migliaia gli uomini e le donne di polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale impegnati nei controlli, coadiuvati da pattuglie dell'esercito. L'ordinanza del governatore Vincenzo De Luca, da questo punto di vista, è stata netta: chiusi persino supermercati e negozi alimentari, normalmente aperti la domenica mattina. Ferme le ferrovie come Cumana e Circumvesuviana, oggi e domani, per scoraggiare gli spostamenti.

Bisogna restare a casa. Questo anche l'invito di numerosi parroci che hanno tenuto via social la loro funzione domenicale.

Coronavirus, gli aggiornamenti di oggi 12 aprile

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento