Emergenza sanitaria Covid-19, la proposta: "Riapriamo l'ospedale militare di Agnano"

All'appello della cittadinanza si uniscono Buono, Gaudini ed Esposito, che hanno inviato sul tema una lettera a Vincenzo De Luca

Si sta facendo largo, in queste ore, la proposta di riaprire l'ospedale militare di Agnano per offrire supporto ad un comparto sanitario che si prevede in difficoltà per l'emergenza Covid-19.

I primi a fare la proposta sono stati gli attivisti di Bagnoli Libera, comitato civico per la riqualificazione dell'area. In queste ore si sono uniti all'appello anche i consiglieri comunali dei Verdi Stefano Buono e Marco Gaudini, insieme all'ex rappresentante del consiglio dell'Italsider di Bagnoli nonché ex consigliere comunale di Rifondazione comunista Mario Esposito.

I tre hanno indirizzato una comune missiva al presidente della Regione Vincenzo De Luca proponendo l'utilizzo dell'ex ospedale militare americano di via Scarfoglio. La struttura - da otto piani e usata dagli Usa fino al 2002 . potrebbe sopperire parzialmente alla carenza di posti letto per i pazienti.

“Una volta avviate le procedure previste dalla legge per ospitarvi persone in sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario o domiciliare – dicono Buono, Gaudini ed Esposito – si potrebbe utilizzare una struttura già nata per fini di cura e ristrutturata di recente. Speriamo che il governatore De Luca valuti la nostra proposta per alleggerire gli ospedali napoletani al momento in grande difficoltà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Revenge porn, arrestato un 43enne. Diffusi sui social video intimi con la moglie

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

  • Scossa di terremoto nella zona flegrea: l'evento sismico avvertito dalla popolazione

  • Coronavirus, arriva l'annuncio: "La Campania è zona arancione"

Torna su
NapoliToday è in caricamento