rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca

Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 28 aprile a Napoli e provincia

Tutte le notizie in tempo reale sull'emergenza Covid-19 a Napoli e in Campania

Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 28 aprile a Napoli e provincia in tempo reale.

22.30 - L'aggiornamento: 30 nuovi casi in Regione

Trenta i nuovi casi ma su un numero sostenuto di tamponi (2528). Il numero complessivo di contagiati in Campania sale a 4410

20.00 - Sorbillo riapre

A riaprire, dopo Milano, Genova e Roma, saranno i locali di via dei Tribunali. In precedenza l'imprenditore aveva fatto sapere: "noi per ora non riapriremo, ci sistemeremo e ci confronteremo per valutare le altre problematiche da segnalare sempre e solo per il bene di tutte le attività di ristoro" .

18.30 - Corsa vietata, il commento dei runners: "Ieri molti corridori improvvisati"

Emilio Gramanzini, presidente dell'associazione 'Napoli Road Runners': "Era intuibile che, una volta pubblicata l'ordinanza, se tutti si fossero fiondati sul lungomare De Luca avrebbe nuovamente disposto il divieto di corsa"

17.50 - Delivery consentito anche per pub, vinerie 

Dopo i malintesi di ieri e la denuncia dei proprietari di pub e take away del Vomero, arriva il chiarimento della Regione all'ordinanza numero 39. Da oggi consegne a domicilio consentite anche per pub, vinerie, kebab.

17.40 - Il dato provincia per provincia

Cento guariti in più in Regione rispetto a ieri. Il grafico analizza come aumenta il contagio provincia per provincia.

16.30 - Ascierto presenta il Tocilizumab agli Usa

L'oncologo partenopeo Paolo Ascierto, cui si deve il protocollo di sperimentazione del farmaco contro gli effetti del Coronavirus, è intervenuto "virtualmente" all'American association for cancer research (Aacr). Ha illustrato quanto emerso sul Tocilizumab e annunciato a breve i risultati della sperimentazione. I dettagli.

MESSE E FUNERALI NEGATI: "PIU' IMPORTANTI DI CAFFE' E SIGARETTE"

16.10 - Attività motoria, la precisazione dell'Unità di Crisi

L'Unità di Crisi Regionale, dopo gli assembramenti che si sono verificati nella serata di lunedì, attraverso il chiarimento n.21 all’Ordinanza n.39 del 25 aprile 2020 sull'attività motoria, ha voluto precisare ulteriormente quanto espresso nella stessa ordinanza: si può passeggiare, ma è vietato fare jogging.

In particolare: "...non è permesso svolgere attività di corsa, footing o jogging, in quanto le dette attività sono incompatibili con l’uso della mascherina perché pericolose ove svolte con copertura di naso e bocca e tenuto conto che chi esercita tali attività emette microgoccioline di saliva (droplet) potenziali fonti di contagio. L’attività motoria permessa (sostanzialmente passeggiate) deve essere svolta in prossimità della propria abitazione, con divieto assoluto di assembramenti e con obbligo di utilizzo delle mascherine e di rispetto della distanza minima di due metri".

15.50 - Il bollettino nella città di Napoli: si aggrava il bilancio delle vittime

Sette nuovi casi di positività, per un totale di 903 dall'inizio della pandemia. Sono questi i numeri del Coronavirus che emergono dal bollettino giornaliero diffuso dal Comune di Napoli, sulla base dei dati aggiornati alle ore 11,00 del 28 aprile.

Aumentano da 60 a 78 i decessi ma, come precisato dall'ente di Palazzo San Giacomo, nei dati in dettaglio di oggi sono presenti specifiche precedentemente non conteggiate alla fonte.

Continua a salire anche il numero dei guariti (risultati negativi in due test consecutivi), 22 in più rispetto a ieri. 20, invece, attualmente i clinicamente guariti.

Scende di molto il numero dei ricoverati in ospedale (da 148 a 105), 9 dei quali sono in terapia intensiva. 449 sono le persone in isolamento domiciliare, 155 gli asintomatici. 

15.30 - Boom di parrucchieri a domicilio, il sindaco di Pozzuoli: "Denunciate"

Duro post sui social network di Vincenzo Figliolia. Il sindaco di Pozzuoli lamenta l'esplosione, denunciatagli da numerosi cittadini, di barbieri, parrucchieri, ed estetisti a domicilio in contravvenzione alle disposizioni anti-Covid. I dettagli.

13.45 - De Luca: "Mobilità dei cittadini possibile solo con rispetto regole"

Il presidente De Luca polemico dopo gli assembramenti sul Lungomare: "Non bastano le ordinanze, se non c'è senso di responsabilità ritornerà emergenza". VIDEO

13.00 - Delivery negato al Vomero a pub e take away

La denuncia di Angelo Pisani e Mario Tortora su quanto accaduto ieri sera al Vomero. La risposta dei vigili urbani e le speranze per questa sera per il delivery anche di pub e rosticcerie.

11.30 - De Magistris: "Guerra contro il virus non è ancora vinta. Non rendiamo vani gli sforzi fatti"

"Sono due mesi che noi napoletani, come la maggior parte degli italiani, stiamo facendo sacrifici, mai immaginabili prima, per salvare la salute nostra, delle persone care e del prossimo. I nostri sacrifici e la nostra responsabilità, maturità e il rispetto delle prescrizioni di cautela, sono stati determinanti per arginare l’avanzata del terribile virus. Purtroppo il virus è stato indebolito ma non ancora sconfitto. Non abbiamo ancora vinto la guerra alla pandemia. Grazie ai nostri comportamenti pazienti e virtuosi si avvicina la cosiddetta fase 2. Badate bene, ciò non significa affatto ritorno alla vita di prima. Ci vuole, purtroppo, ancora tempo per ritornare ad abbracciarci tutti, a vivere quel senso di mescolanza che tanto ci manca". Così il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris su Facebook, parlando ai cittadini.

"Da lunedì 4 maggio si può ricominciare a respirare, ad intravedere la luce fuori dal tunnel dell’incubo. È fondamentale non rendere vano l’immenso lavoro che abbiamo fatto fino ad ora. Lo dobbiamo soprattutto ai medici, agli infermieri, al personale sanitario tutto, ai pazienti, alla memoria dei morti. Violare le prescrizioni sanitarie, uscire come se nulla fosse, non rispettare la distanza di sicurezza, non indossare la mascherina quando necessario, significa buttare a mare, come diciamo noi, tutto quello che di straordinariamente decisivo è stato fatto sinora. La nostra città ha dato un grande esempio di maturità fino a questo momento, ma ci vuole ancora pazienza, forza e coraggio per vincere prima la guerra e rivivere al più presto il gusto semplice e gioioso della libertà", conclude il primo cittadino partenopeo. 

10.00 - Crisi economica e lockdown: sondaggio sulle conseguenze del Coronavirus

Emergenza Covid-19 e crisi economica, la situazione a Napoli e in Campania. Esprimete il vostro parere. Per partecipare al sondaggio CLICCATE QUI.

9.00 - Sequestrate mascherine e visiere protettive non a norma

La Compagnia di Casalnuovo della Guardia di Finanza ha sequestrato, presso una società di Volla che produce dispositivi sanitari, 550 fra mascherine e visiere protettive non a norma, realizzate e messe in commercio senza le previste autorizzazioni.             

Il responsabile, un 41enne napoletano, è stato denunciato per frode in commercio e segnalato alla Camera di Commercio per violazioni al Codice del Consumo.

8.30 - Consiglio Comunale di Napoli, seduta in videoconferenza dedicata all'emergenza Coronavirus in città

Torna a riunirsi virtualmente, in videoconferenza, il Consiglio Comunale di Napoli. A partire dalle ore 15,30 di oggi, infatti, ci sarà, con modalità a distanza, una seduta interamente dedicata all'emergenza Coronavirus.

Si discuterà dello stato di attuazione dei provvedimenti dell’Amministrazione comunale, con aggiornamenti sullo stato dei servizi resi e sull’andamento sanitario in città.

8.15 - I trasporti a Napoli nella Fase 2: 100 persone in Metro per corsa, 40 in funicolare, 20 sui bus

100 persone al massimo in Metro per ogni corsa, 40 in funicolare, 20 sui bus. E’ così che ripartiranno i trasporti pubblici a Napoli nella cosiddetta "Fase 2” dell’emergenza Coronavirus. E’ quanto illustrato dall’amministratore unico di Anm Nicola Pascale, alla luce delle novità introdotte dall’ultimo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, alla Commissione comunale Qualità della Vita, presieduta da Francesco Vernetti.

Il DPCM del 26 aprile ed in particolare il decreto del Ministero dei Trasporti hanno dettato le linee sulle categorie che ripartiranno dal 4 maggio e su come il sistema dei trasporti pubblici si dovrà adeguare alle esigenze di sicurezza imposte dalla Fase 2. (Tutti i dettagli)

8.00 - L'ultimo bollettino dell'Unità di Crisi

L'Unità di crisi della Regione Campania ha comunicato i dati di lunedì 27 aprile sui test effettuati nell'ambito dell'emergenza sanitaria Covid-19. Sono 31 i nuovi casi di positività al Coronavirus emersi in regione, dall'analisi di 1.839 tamponi. Il totale complessivo dei positivi in Campania dall'inizio dell'emergenza sale così a 4.380, mentre il totale dei tamponi esaminati a oggi è di 70.566 unità. I dettagli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 28 aprile a Napoli e provincia

NapoliToday è in caricamento