Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 17 maggio a Napoli e provincia

Tutte le notizie in tempo reale sull'emergenza Covid-19 a Napoli e in Campania

(foto Ansa)

Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 17 maggio a Napoli e provincia in tempo reale:

23.30 - L'ordinanza di De Luca con le linee guida

Pubblicata l'ordinanza n.48 emanata dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Il governatore ha fornito le indicazioni che dovranno seguire gli esercizi commerciali e tutte le attività imprenditoriali che riapriranno dopo il lockdown. La data di domani, 18 maggio, rappresenta uno spartiacque perché riporterà le persone all'interno delle strutture commerciali. (L'ordinanza)

22.00 - Il bollettino: 11 nuovi casi

 Resta basso il numero dei contagiati da Coronavirus in Campania. Sono 11 le persone trovate positive nelle ultime 24 ore dall'analisi dei tamponi effettuati nei vari laboratori regionali. Il numero dei contagiati in Campania dall'inizio dell'emergenza è di 4.695. I tamponi esaminati sono stati 3.961 nella giornata di oggi su un totale di 143.478 effettuati sinora. Il bollettino 

21.00 - De Luca anticipa l'ordinanza: ecco chi potrà riaprire

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca ha anticipato il contenuto dell'ordinanza che emanerà stasera. Si tratta delle linee guida da seguire per le attività commerciali che apriranno a partire da domani. De Luca ha anticipato che da domani riapriranno parrucchieri, barbieri e anche i bar potranno cominciare a servire i clienti al banco ma non ancora ai tavolini. Per quanto riguarda i ristoranti, invece, l'apertura è consentita a partire dal prossimo 21 maggio. Riapriranno anche i musei e i luoghi di cultura mentre per quanto riguarda le attività sportive saranno consentite solo quelle in cui si può mantenere una distanza di due metri tra concorrenti come il tennis. Resta l'obbligo dell'uso della mascherina su tutto il territorio regionale. L'anticipazione 

19.00 - Pubblicato il nuovo Dpcm 

È stato pubblicato pochi minuti fa il nuovo Dpcm firmato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e annunciato ieri sera in conferenza stampa. Il nuovo decreto definisce le modalità di riapertura di diverse attività, lasciando però ampio margine di manovra alle regioni che potranno stabilire nuove date e linee guida da far seguire. Per questo motivo sarà fondamentale la pubblicazione delle linee guida da parte della Regione Campania. Confermate tutte le anticipazioni date dal presidente del Consiglio con delle specifiche importanti soprattutto per le attività balneari. Il decreto 

18.00 - Il riparto provinciale: aumentano i guariti

Ottime notizie dal resoconto giornaliero della protezione civile. Nelle ultime 24 ore non c'è stato nessun decesso in Campania a causa del Coronavirus. Salito anche il numero delle persone guarite. Al momento sono 2.592 le persone che risultano alle Asl, 30 in più solo nell'ultima giornata. La provincia di Napoli resta la più colpita con 2.571 casi di cui 975 in città e 1.596 in provincia. Il bollettino 

15.45 - L'intervento di De Luca su Rai Tre

"La Regione Campania ha dato una prova straordinaria di efficienza amministrativa e concretezza. Abbiamo fatto negli ultimi due anni un lavoro straordinario sulla sanità e all'inizio del contagio abbiamo preso decisioni in anticipo anche rispetto al Governo nazionale. Non potevamo perdere il controllo perchè qui c'è un'altissima densità abitativa, soprattutto in alcune aree". Così Vincenzo De Luca ha parlato dell'emergenza Coronavirus in Campania nel corso di un intervento al programma di Lucia Annunziata "Mezz'ora in +", in onda su Rai Tre.

"Abbiamo raggiunto risultati importanti, in una regione che ha meno risorse di tutte le altre per quanto riguarda i fondi per la sanità. La Campania viene rapinata ogni anno di 300 milioni di euro dallo Stato centrale. In queste condizioni, dunque, è stato raggiunto un risultato straordinario. Il Cotugno di Napoli si è dimostrato l'ospedale più efficiente al mondo per la cura del Coronavirus", ha proseguito il Governatore.

De Luca ha parlato anche della mobilità tra regioni che potrebbe entrare in vigore fra due settimane: "Dal 3 giugno liberi tutti? Io non lo so cosa accadrà. Se il contagio viene contenuto va bene, ma se avremo ancora livelli elevati di contagio, che significa 'liberi tutti'? La Campania non ha firmato nessun accordo con il Governo. Su alcune norme fondamentali deve pronunciarsi il Ministero della Salute, non si possono scaricare le decisioni sulle regioni. Noi da lunedì mattina non apriamo con pub, ristoranti e altro per serietà, perchè prima vogliamo prepararci al meglio insieme a queste categorie con norme di prevenzione". 

15.00 - Da lunedì entra in attività il reparto di pneumologia COVID del Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli

Lunedì 18 maggio entra in attività il reparto di pneumologia COVID del Santa Maria delle Grazie. Si tratta di una struttura realizzata in un edificio compreso nell’area dell’ospedale, non collegata al blocco principale. L’intero piano era già edificato e si presentava “al grezzo”; oltre ai lavori edili l’Azienda ha provveduto a realizzare gli impianti, le finiture, le tecnologie e gli arredi. La realizzazione del reparto è stata effettuata avvalendosi dei fondi dedicati al Coronavirus.

Il reparto, proponendosi come reparto COVID, risponde al bisogno che si sta consolidando nella nuova fase della pandemia: posti letto a media intensità di cure già pronti per trasformarsi in posti letto di subintensiva; strutture isolate e pensate per accogliere pazienti in degenza prolungata. Con questa finalità, il reparto è dotato anche di una piccola cucina destinata ai pazienti che, pure non essendo più in una fase critica, non sono ancora dimissibili perché ancora positivi ai tamponi.

“Nella fase dell’emergenza che abbiamo alle spalle i nostri ospedali si sono trasformati per accogliere i pazienti COVID19. Le scorse settimane ci hanno permesso di conoscere da vicino questa patologia e capire le esigenze strutturali di cui c’è necessità, così da indirizzare gli ingegneri sulle dotazioni e le tecnologie necessarie. Questo reparto risponde esattamente a questi criteri: percorsi radicalmente differenziati, media intensità di cure con possibilità di intensificare le terapie quando necessario, videomonitoraggio, comfort per pazienti prossimi alle dimissioni", dice Fabio Numis primario della Medicina d’Urgenza del Santa Maria delle Grazie.

La struttura è dotata di 15 posti letto, di cui 11 ordinari in stanze singole e 4 posti di subintensiva. Tutti i posti letto sono videomonitorati e la centrale di controllo dei monitor è nella stanza del personale infermieristico. Il videomonitoraggio permette di ridurre le occasioni di contatto tra operatore e paziente e aumenta la sicurezza nella gestione dei casi. Nel reparto sono presenti anche 4 posti letto di subintensiva caratterizzati dalla possibilità di separare gli spazi mediante una speciale tenda, capace di garantire l’isolamento tra diverse parti della stessa area. Gli impianti di areazione sono differenziati in ragione del diverso livello di rischio degli ambienti, così da evitare la diffusione del virus.

Nella fase di avvio il nuovo reparto potrà contare su 18 unità di personale, tra cui 5 medici 10 infermieri e 3 operatori sociosanitari. I sanitari presenti hanno già maturato esperienza nella gestione dei pazienti COVID19 presso gli ospedali dell’ASL Napoli 2 Nord. Nel periodo di massima emergenza, l’ASL Napoli 2 Nord ha avuto una dotazione di 43 posti letto, distribuiti su 4 ospedali. Attualmente i posti letto attivi per il trattamento del COVID19 sono 24. L’ASL Napoli 2 Nord al 15 maggio registrava 536 pazienti positivi al COVID19, di cui il 90% trattato a domicilio e il 10% curato presso i reparti COVID19 degli ospedali regionali.

13.20 - I poliziotti lo invitano ad indossare la mascherina, lui li aggredisce con calci e pugni

Gli agenti del Commissariato di Ischia, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato in via delle Terme a Ischia un gruppo di 15 persone, molto vicine tra loro, prive della mascherina di protezione obbligatoria.

I poliziotti li hanno invitati ad indossare la mascherina e a sciogliere l’assembramento, quando un giovane ha aggredito con calci e pugni gli agenti che, con difficoltà, lo hanno bloccato.

Un 23enne di Lacco Ameno, con precedenti di polizia è stato arrestato per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, e sanzionato per aver violato le norme finalizzate a contenere il contagio da Covid-19.

12.30 - Il bollettino per la città di Napoli: due nuovi casi di positività

Due nuovi casi di positività (975 in totale dall'inizio della pandemia) e nessun decesso nelle ultime 24 ore a Napoli. E' quanto emerge dai numeri dell'ultimo bollettino diffuso dal Comune sull'emergenza Coronavirus in città, sulla base dei dati dell'Asl Napoli 1 Centro aggiornati alle ore 11,00 di domenica 17 maggio.

Resta invariato il numero dei guariti (443 in totale), mentre aumenta di una unità il numero dei ricoverati in ospedale (73), 4 dei quali si trovano in terapia intensiva.

340 sono, invece, le persone attualmente in isolamento domiciliare, 162 gli asintomatici (pazienti risultati positivi al tampone ma che non presentano sintomi clinicamente rilevanti), 11 i clinicamente guariti (pazienti che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione virologicamente documentata da SARS-CoV-2, diventano asintomatici per risoluzione della sintomatologia clinica presentata).

12.15 - Torre del Greco, il sindaco: "Nuovi episodi sparsi di contagio"

Stiamo registrando nuovi episodi sparsi di contagio. Sicuramente, ciò non va nella direzione auspicata, né tantomeno nella previsione numerica dei dati rilevati sino a qualche giorno fa. Oltretutto, l’ingente flusso, a volte ingiustificato, di cittadini in strada – in particolare negli ultimi giorni – contribuisce non poco ad una maggiore esposizione al rischio di contagio". Così il sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, fa il punto della situazione sull'emergenza Coronavirus.

Un nuovo contagio nel comune corallino è stato registrato nella giornata di sabato: "Devo necessariamente ribadire che non siamo, in alcun modo, usciti dall’emergenza epidemiologica, tuttora presente in città, dal carattere particolarmente diffusivo. C’è bisogno, quindi, di maggiore senso civico e di maggiore responsabilità; diversamente, potremmo registrare una nuova fase critica per la città. Bisogna rispettare, perentoriamente, il distanziamento sociale e limitare le uscite in strade alle sole esigenze previste dai dispositivi governativi. Collaboriamo tutti. Uniti ce la faremo”, conclude il primo cittadino di Torre del Greco.

11.00 - Servizi, prosegue la progressiva riapertura degli uffici postali

Continua la progressiva riapertura degli uffici postali in tutta la Campania e in provincia di Napoli, dove ad oggi è stato raggiunto il 91% di operatività rispetto al totale degli uffici disponibili.

Dopo la temporanea rimodulazione del mese di marzo, resasi necessaria dalla diffusione della pandemia legata al virus Covid-19, Poste Italiane, che tuttavia ha sempre garantito il servizio anche nei comuni più piccoli, ha provveduto ad aumentare gradualmente il numero degli uffici aperti già a partire dallo scorso 26 marzo in coincidenza con il pagamento delle pensioni, fino ad arrivare quasi al completamento delle riaperture sia nella città di Napoli che nella sua provincia.

La riapertura degli uffici postali della Campania è stata possibile anche grazie all’adozione di idonee misure di sicurezza come, ad esempio, l’installazione di pannelli schermanti in plexiglass negli uffici postali con il bancone ribassato e il posizionamento di strisce di sicurezza che garantiscano il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro, nonché di accurate procedure di sanificazione delle sedi realizzate a tutela della salute di dipendenti e cittadini.

Poste Italiane invita i cittadini a recarsi agli uffici postali esclusivamente per compiere operazioni essenziali e indifferibili e ove possibile, dotati di misure di protezione personale come guanti e mascherina mantenendo obbligatoriamente le distanze di sicurezza, all’esterno e all’interno dei locali.

9.00 - Pozzuoli, zero casi di positività negli ultimi 6 giorni

"Ho appena sentito l'Unità di Crisi della Regione Campania per la situazione Covid-19 nella nostra città. Abbiamo zero nuovi casi positivi per il sesto giorno consecutivo. È un buon segnale, ma noi dobbiamo continuare con comportamenti responsabili, mantenendo la distanza e indossando la mascherina. Stiamo pian piano ritornando alla normalità, secondo anche le ultime notizie che ci ha fornito il Governo.
Ora sta a noi comportarci bene ed evitare qualsiasi tipo di rischio per noi e per gli altri". Così il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia sui social. 

8.30 - Nuovo caso di positività a Torre del Greco

Un altro caso di contagio da COVID-19 è stato registrato, nella giornata di sabato a Torre del Greco. Certificata anche la guarigione dell’ultimo cittadino corallino in regime ospedaliero. La notizia è stata confermata dal Centro Operativo Comunale, al termine dell’aggiornamento con l’Unità di Crisi della Protezione Civile Regionale e i Responsabili sanitari dell’ASL Na3 Sud.​ ​ ​ ​ ​ ​

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

8.00 - L'ultimo bollettino regionale

16 nuovi casi di positività su 3.526 tamponi eseguiti. Questi i numeri del bollettino diffuso dall'Unità di Crisi della Regione Campania per la giornata di sabato 16 maggio. Il totale complessivo dei positivi in Campania dall'inizio della pandemia sale quindi a 4.684 unità, su 139.787 tamponi eseguiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • Divieto di spostamento tra province in Campania e zona rossa: ecco l'ordinanza n.82

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Coronavirus, la nuova ordinanza del Presidente De Luca: gli orari previsti per le attività

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

  • Stop agli spostamenti interprovinciali (non giustificati), torna l'autocertificazione: la nuova ordinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento