menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ricciardi-foto ansa

Ricciardi-foto ansa

Oms sul picco di contagi in arrivo: "Troppi arrivi dal nord. Rischio incalcolabile"

"L’unica barriera che possiamo contrapporre al rischio di contagio è quella di rimanere a casa. Se la casistica registrata in Lombardia dovesse essere confermata al sud diventerà davvero molto problematico far fronte all’emergenza sanitaria", spiega Ricciardi

"Il rischio vero è tutto contenuto in quel movimento di persone che nei giorni scorsi e in quest’ultimo week end si è spostato da nord a sud e che ha finito per generare un allargamento dell’epidemia", è quanto denunciato dal napoletano Walter Ricciardi, ex presidente dell’Istituto superiore di sanità e attuale consulente del Governo e componente dell’esecutivo dell’Oms, in una intervista al Corriere. "Non è detto che picco arriverà a metà aprile, nessuno può saperlo. Il contagio presenta già incrementi significativi. L’unica barriera che possiamo contrapporre al rischio di contagio è quella di rimanere a casa. Se la casistica registrata in Lombardia dovesse essere confermata al sud diventerà davvero molto problematico far fronte all’emergenza sanitaria".

Contagi e isolamento

E' salito intanto a 333 il numero di contagiati in Campania, con una impennata registratasi ieri di una sessantina di nuovi positivi, come rende noto la task force della Regione Campania.

E' terminato intanto il periodo di isolamento domiciliare a carico dei condomini del palazzo di Trecase all'interno del quale si è verificato un caso di positività al Coronavirus. Ad annunciarlo è il sindaco della città vesuviana, Raffaele De Luca, dopo un incontro nella sede della Protezione Civile: "Su disposizione della Asl Napoli 3 Sud, è terminato ufficialmente il periodo di isolamento domiciliare a carico dei condomini del palazzo all’interno del quale si è verificato un caso di positività al coronavirus. I nuclei familiari in questione possano, quindi, tornare alla vita ordinaria con le limitazioni valevoli per tutti i cittadini. Restano ancora per qualche giorno in isolamento il marito della insegnante positiva ed i figli minori monitorati costantemente. Nessuno di loro, comunque, presenta sintomi tali da richiedere l’intervento dei medici. Per tutti i giorni del periodo di isolamento i volontari del gruppo comunale di Protezione Civile hanno provveduto ad occuparsi di tutte le loro incombenze materiali: dall’acquisto di medicinali all’approvvigionamento di cibo fino allo svolgimento di piccole commissioni, come, ad esempio, il pagamento del ticket per la effettuazione di esami diagnostici domiciliari.
Un lavoro davvero faticoso, svolto con impegno e abnegazione, che adesso continua a carico dei concittadini rientrati dalla ex “zona rossa” È bene, comunque, ricordare che, anche se terminato il periodo di isolamento, restano le regole fissate dall’ultima ordinanza del Presidente della Giunta regionale della Campania, De Luca, che vieta di restare per strada se non ricorrono motivi di lavoro, di necessità o sanitari sotto la minaccia sanzioni anche di carattere penale. L’appello a tutti è di restare in casa e cercare di limitare il più possibile la diffusione di questo nemico invisibile. Nella notte di oggi sarà completata la sanificazione dell’intero territorio comunale.
I cittadini sono invitati a chiudere porte e finestre dalle ore 24,00 fino alle prime ore del mattino. Per informazioni e indicazioni utili i cittadini possono telefonare ai numeri 081.5369670 (polizia locale), sempre attivo, e 081.8615706 (9.00/13.00 – 17.00/20.00)".

MEZZI PUBBLICI TROPPO AFFOLLATI: LA DENUNCIA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento