Aveva il Covid, avvocato torna al lavoro e va subito via: "L'aula era gremita"

La denuncia di Maurizio Capozzo, tornato in Tribunale dopo 11 giorni di isolamento a causa del virus

"Un'aula gremita di avvocati, testimoni e imputati". È quanto racconta di aver trovato al Tribunale di Napoli, oggi, l'avvocato Maurizio Capozzo. Il legale era tornato al lavoro dopo 11 giorni di isolamento a causa del Covid. 

"La Camera Penale e il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati sono intervenuti ma la sensazione è che nulla sia cambiato", spiega Capozzo, il quale viste le condizioni dell'aula ha deciso di andar via. "Il giudice monocratico aveva ben 48 processi sul ruolo, nessuna fascia oraria era stata pubblicata sul sito web del Tribunale e, quindi, una folla si è accalcata in pochi metri quadrati", racconta.

Alfredo Sorge, penalista e consigliere dell'Ordine degli avvocati di Napoli, sottolinea che queste situazioni vanno oggi più che mai evitate. "È fondamentale - spiega - l'indicazione precisa degli orari delle udienze per ogni singolo processo, come è fondamentale fissare subito le prime udienze e i processi da rinviare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento