menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Ansa)

(Ansa)

Coronavirus, De Luca: "Natale e Capodanno quest'anno non esistono"

Il Governatore: "Dobbiamo limitarci oggi per evitare un'ecatombe a gennaio"

Nella consueta conferenza via facebook, il Governatore della Campania Vincenzo De Luca ha fatto il punto sull'emergenza pandemica. Prima, però, ha voluto affrontare il tema della ripartizione dei fondi europei, dicendosi contrario alle idee di Governo: "Sta per essere perpetrato l'ennesimo furto ai danni del Sud", ha detto De Luca. "L'Europa stanzia fondi anche per recuperare il divario tra Nord e Sud, tengono conto anche del diverso tasso di disoccupazione. Il Governo invece ha ben pensato di destinare il 66% al Nord e il 34% al Sud. Dovremmo fare una battaglia politica chiara e forte per evitare questo furto. Chiederò un incontro agli altri governatori del Sud e poi al Governo. Verifichiamo l'effettiva esistenza di alcuni ministri campani".

Covid-19

"Noi non chiediamo meno limitazioni al Governo, sia chiaro", ha poi detto De Luca parlando dell'epidemia di Covid-19 e delle limitazioni dell'ultimo Dpcm. "Che si sappia, la Campania chiede ancora più rigore. Nelle prossime due settimane ci giochiamo il futuro. Dobbiamo evitare una ecatombe a gennaio, non cadiamo nelle stesse manfrine estive. Anche noi vogliamo riaprire, ma vogliamo riaprire tutto e per sempre, non riaprire qualcosa per pochi giorni per poi richiudere. Non cediamo alla demagogia, siamo in guerra. Se a gennaio c'è la ripresa del contagio e il boom influenzale poi non potremo fare vaccini come vogliamo. Allora dico ai concittadini: Natale e Capodanno quest'anno non esistono, non sono giorni di festa normali ma giorni di raccoglimento. Bisogna essere molto attenti".

"C'è bisogno di massima prudenza e rigore", ha puntualizzato poi De Luca. "Facciamo eventi festivi in casa con i nostri familiari, solo quelli conviventi. Se siamo 20 mettiamo a rischio la tranquillità dei nostri cari. Bisogna limitarsi oggi. Due mesi fa in Campania iniziava la seconda ondata perché in estate abbiamo rimescolato la società italiana. Ci stiamo salvando di nuovo perché abbiamo chiuso le scuole, abbiamo imposto il coprifuoco, abbiamo fatto scelte prima di tutti gli altri. Ora continuiamo così, non sprechiamo i sacrifici fatti finora". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Mina Settembre, anticipazioni puntata 31 gennaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento