Cronaca

Emergenza Coronavirus a Mondragone, De Luca organizza i controlli in zona rossa

Intanto l'Unità di Crisi annuncia i dati: su 727 tamponi effettuati a Mondragone dal 20 giugno, 43 sono i positivi

(Ansa)

Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca oggi è stato a Mondragone per fare il punto e organizzare i controlli che da stasera potranno già contare sull'arrivo di un contingente di militari e sul potenziamento dei servizi disposti da Prefettura e Questura. "Abbiamo stabilito che già da domani mattina nell'area contigua alla zona rossa dei cinque palazzi ex Cirio, ci saranno i camper che consentiranno ai cittadini di Mondragone di sottoporsi a tampone su base volontaria", spiega De Luca.

"I dati raccolti dallo screening saranno utili per ogni eventuale ulteriore decisione dell'Unità di Crisi della Regione. Al momento resta l'obbligo di quarantena per tutti quanti vivono nei palazzo ex Cirio. E per questo è indispensabile che venga rigorosamente rispettata l'ordinanza, con il contributo determinante delle forze dell'ordine cui si aggiungeranno anche i militari. Ovviamente al di là di ogni altra considerazione, come ormai ripetiamo dall'inizio del mese di giugno, ora più di prima è fondamentale il senso di responsabilità di ciascun cittadino". 

"Ci sono cinque palazzine in quarantena. Stiamo lavorando per dare sicurezza ai nostri concittadini. Questa situazione sta qui da anni
e nessuno se ne era accorto. Mettere in quarantena tutta la città o isolare il focolaio e spegnerlo: questa era la scelta. Per ora non abbiamo ritenuto di mettere tutta Mondragone in quarantena. Questo tentativo però presuppone grande senso di responsabilità da parte di tutti. Non voglio vedere assembramenti o ci sarà la zona rossa in tutta la città.  Ora è importante che nelle palazzine si rispettino i quindici giorni in cui nessuno deve entrare o uscire",
ha proseguito De Luca al Tg3. 

"Alle forniture alimentari e mediche dovrà provvedere la Protezione civile. Faremo poi tamponi alla popolazione, dobbiamo capire se ci sono contagi. Avremo quadro complessivo e se ci sono 100 positivi su duemila tamponi allora metteremo in quarantena tutta Mondragone. Poi magari daremo una mano ai bisognosi, ma per ora bisogna rispettare la quarantena. Mi garantiscono controllo rigoroso. Faremo tamponi anche agli stagionali". 

I dati

L'Unità di Crisi della Regione Campania chiarisce che - per quanto riguarda l'emergenza Mondragone - alle ore 18 del 25 giugno i tamponi esaminati da inizio screening (sabato 20 giugno) sono stati 727. Quelli risultati positivi sono 43.

De Magistris: "Non diventi razzismo"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Coronavirus a Mondragone, De Luca organizza i controlli in zona rossa

NapoliToday è in caricamento