Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, da Napoli possibile cura. Il medico: "Ottimi risultati in pochi giorni"

Si tratta di un farmaco utilizzato per l'artrite reumatoide. Un'equipe composta da personale degli Ospedali Monaldi, Cotugno e Pascale la sta testando su quattro pazienti: "Dopo tre giorni di cura potremo estubare il primo contagiato. Siamo cauti ma ottimisti. Il prodotto è disponibile e gratuito"

 

Arriva da Napoli il primo sorriso nelle giornate nere al tempo del Coronavirus. Sembra dare ottimi risultati la cura sperimentale che la task force composta da medici degli Ospedali Monaldi, Cotugno e Pascale sta testando su quattro pazienti affetti da Covid-19. "Abbiamo ripreso e portato avanti uno studio cominciato in Cina. Si tratta di un farmaco che viene utilizzato per la cura del'artrite reumatoide - spiega Vincenzo Montesarchio, direttore dell'Uoc di Oncologia del Monaldi - e che va a incidere sulla polmonite, la conseguenza più grave dell'infezione da Coronavirus. Abbiamo cominciato sabato 7 marzo con un paziente e oggi (martedì 10, ndr) saremo in grado di estubarlo, cioé potrà respirare autonomamente". 

Grande ottimismo per la notizia, anche se la cautela è d'obbligo: "Siamo molto fiducosi - prosegue Montesarchio - ma dovremo attendere tutto il decorso del primo paziente test e poi monitorare anche gli altri su cui è stata provata la cura. Se questi casi ci daranno risposte positive allora potremo lavorare a un protocollo nazionale". Nel frattempo, però, il farmaco è già disponibile: "E' anche gratuito - specifica il direttore dell'Oncologia del Monaldi - stiamo fornendo anche ad altri ospedali tutte le spiegazioni del caso. Chiunque voglia usarlo è già nella possibilità di farlo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento