Cronaca

Covid, il bollettino regionale: incidenza tamponi positivi al 6,18% e 30 nuove vittime

I numeri aggiornati alle 23.59 di ieri riportano 1.127 nuovi positivi emersi da 18.229 tamponi molecolari effettuati. Riprende intanto a pieno ritmo la campagna vaccinale dopo l'arrivo di 215mila dosi di Pfizer

L'Unità di Crisi della Regione Campania ha diffuso i dati relativi alla giornata di oggi per quanto riguarda l'emergenza sanitaria in corso per la pandemia di Coronavirus.

I numeri aggiornati alle 23.59 di ieri riportano 1.127 nuovi positivi emersi da 18.229 tamponi molecolari effettuati, con una incidenza percentuale di test positivi pari a 6,18 punti, ancora lievemente in calo rispetto al 6,78% di ieri.

Dei nuovi positivi, 755 sono asintomatici ed i restanti 372 sono invece sintomatici. I tamponi antigenici effettuati sono stati invece 6.061.

Stazionario il numero delle vittime, 30 (ieri era 29), di cui 16 decedute nelle ultime 48 ore e 14 in precedenza ma registrate ieri. Il totale arriva a 6.749 morti dall'inizio della pandemia.
I guariti del giorno sono 1.953, con il totale ora a quota 318.376.

Il bollettino di ieri

?Report posti letto su base regionale

Per quanto riguarda infine i posti letto, in terapia intensiva ce ne sono disponibili 656, e ne sono occupati 116 (+5 su ieri). In degenza, tra offerta pubblica e privata, ci sono 3.160 posti letto Covid, con 1.307 al momento occupati (-46 su ieri).

Campagna vaccinale

È ripresa intanto oggi a pieno ritmo la campagna vaccinale in regione, con la riapertura - grazie all'arrivo come previsto di 215mila dosi di Pfizer - degli hub napoletani della Mostra d'Oltremare e dell'aeroporto di Capodichino.
Il sindaco di Napoli ha intanto criticato, su RaiTre, alcune recenti scelte della Regione e il "silenzio-assenso" del Governo in merito. "[Aspettano ancora] molti ultrasettantenni e ottantenni che si vogliono vaccinare - sono state le parole di de Magistris - invece la vaccinazione è stata aperta alle isole ed alcune categorie". "È sbagliato il messaggio delle isole Covid-free - ha detto ancora il sindaco - quello che è corretto è vaccinare semmai le isole piccole perché c'è carenza ospedaliera e così si mettono in sicurezza abitanti, ma se dici covid free, paradossalmente, per non aumentare il contagio ci chiudiamo nell'isola e non apriamo a nessuno. Poi, però, se apriamo ai turisti loro non sono vaccinati".

12 maggio - bollettino ordinario-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, il bollettino regionale: incidenza tamponi positivi al 6,18% e 30 nuove vittime

NapoliToday è in caricamento