rotate-mobile
Cronaca

Coronavirus, il dott. Limone: "Cani e gatti non c'entrano nulla con trasmissione virus"

Il direttore dell’Istituto Zooprofilattico di Portici fa chiarezza su alcune questioni

"Il Coronavirus proviene sì dal mondo animale, ma dal pipistrello che sta in Asia. Si trasferisce all'uomo perchè nella cucina tradizionale cinese ci sono animali che vengono mangiati. Cani e gatti non c'entrano assolutamente niente". Così il dott. Antonio Limone, direttore dell’Istituto Zooprofilattico di Portici, una delle istituzioni più importanti a livello italiano per il controllo e la prevenzione in ambito medico-veterinario, ha voluto fare chiarezza, ai microfoni del Tgr Rai Campania, su alcuni aspetti relativi al Coronavirus.

"Noi da anni studiamo i Coronavirus e li abbiamo anche ricercati nel mondo dei pipistrelli italiani, autoctoni, tutti risultati negativi. Lasciamo in pace i nostri animali. Io consiglio alle persone di tenersi a debita distanza da persone con raffreddore, di stare a casa in caso di febbre e se avete pet in casa state tranquilli, perchè gli animali non trasmettono malattie. Del Coronavirus noi non abbiamo paura, ci lavoriamo da tanti anni e siamo in ottima salute. L'unica cosa da fare è rispettare seriamente le misure di sicurezza, ovvero le misure che il Ministero sta dettando, perchè va limitata la diffusione". A spiegarlo è la dott.ssa Giovanna Fusco, direttrice del dipartimento di sanità animale dell'istituto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il dott. Limone: "Cani e gatti non c'entrano nulla con trasmissione virus"

NapoliToday è in caricamento