Focolaio Covid, ultimi tre contagiati arrivati dalla Serbia dopo positività dei loro familiari

I tre, dopo aver appreso la notizia della positività dei familiari, si sono spostati in auto dalla Serbia a Scampia, dove hanno scoperto in seguito a controlli di essere anche loro affetti da Covid-19

campo rom scampia ansa foto di repertorio

Sei i positivi nel campo rom di Scampia. Dopo la 17enne incinta sono stati individuati altri sei contagiati. Ecco l'ultima nota dell'Asl Napoli 1: "In merito alla vicenda della giovane donna in gravidanza - abitante del campo Rom nei pressi della Circumvallazione esterna di Napoli - nei giorni scorsi risultata positiva al Covid, l’Asl Napoli 1 Centro fa sapere di aver ricostruito - unitamente all’Unita di Crisi regionale -  la catena dei contatti con un’approfondita indagine epidemiologica svolta direttamente sul campo. È stato così possibile definire una stretta convivenza della donna oltre che con il marito, con altre 10 persone che sono state tutte prontamente sottoposte a tampone. Dei soggetti esaminati solo 2 sono risultati positivi al Covid (il marito e lo zio della donna). Gli altri  9 tamponi hanno dato esito negativo. Dopo aver acquisito nuove informazioni sugli spostamenti di alcuni familiari della giovane donna, l’indagine epidemiologica è stata poi ampliata e sono stati eseguiti ulteriori 11 tamponi, dei quali 3 sono risultati positivi. A risultare positivi sono stati proprio i tamponi eseguiti nei confronti di familiari del marito della giovane donna dalla quale tutto ha avuto origine. I tamponi ai tre familiari della giovane donna sono stati eseguiti al loro arrivo a Napoli. I tre erano giunti durante la notte, in auto, direttamente dalla Serbia dopo aver appreso la notizia della positività dei familiari. Durante la notte l’Asl Napoli 1 Centro ha provveduto ad esaminare altri 29 tamponi eseguiti in serata, sempre in linea con il concetto di contact tracing. Tutti i tamponi sono risultati negativi ma resta alta  l’attenzione sullo stato di salute dei positivi che ad oggi continuano ad essere asintomatici. In definitiva, su 50 tamponi solo 6 sono risultati positivi nell’ambito di una popolazione stimata di circa 450 persone delle quali 30 bambini con meno di 2 anni. Il monitoraggio e la sorveglianza continuano sul campo grazie al personale dell’Asl Napoli 1 Centro e già ieri sono state distribuite le mascherine della Regione sia agii adulti che ai più piccoli".

De Luca: "Situazione sotto controllo"

Sulla vicenda era intervenuto anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. "Abbiamo seguito lo stesso protocollo degli altri casi positivi – le sue parole – cioé abbiamo sottoposto a tampone le persone più vicine alla signora. Abbiamo informato il Ministero dell'Interno e della Salute. Se avessimo trovato diversi casi non avrei avuto dubbi a mettere in quarantena l'intero campo, ma non è stato necessario. La situazione è sotto controllo". Dello stesso avviso anche il sindaco de Magistris.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

Torna su
NapoliToday è in caricamento