Covid-19, allarme Campania: pochissimi tamponi, ma è prima al Sud per crescita contagio

Sono solo 217 i tamponi effettuati, ad oggi, ogni 100mila abitanti. Intanto il calcolo della velocità di diffusione del virus la vede seconda in classifica

La situazione relativa all'epidemia di Coronavirus in Campania sta tornando negli ultimi giorni, per gli esperti della Protezione civile, preoccupante. E sono i numeri a mostrare alcune difficoltà rispetto ad altre regioni.

Pochi tamponi effettuati

Innanzitutto, c'è il problema dei tamponi effettuati. Nelle ultime settimane sono in drastico calo. Così, nel merito, la fondazione indipendente Gimbe che raccoglie e elabora i dati sulla pandemia: "La regione Campania si assesta in ultima posizione per numero di tamponi diagnostici ogni 100.000 abitanti". La media nazionale è di 570 tamponi ogni 100.000 abitanti, qui "ne sono stati prelevati e comunicati – va avanti Gimbe – soltanto 217". Dall'inizio dell'emergenza in Campania sono stati effettuati 316.191 tamponi. I positivi sono risultati essere 4.858. La differenza con le altre regioni è evidente: in Lombardia ne sono stati effettuati 1.217.829 (95.633 casi accertati), in Veneto 1.138.625 (19.707 accertati).

Nuovi positivi, è la prima al Sud

Non è soltanto il conteggio dei tamponi a preoccupare. Il punto è che nonostante questi siano pochi la Campania sta scalando comunque la classifica delle regioni in fatto di nuovi positivi. Nella settimana tra il 15 e il 21 luglio ci sono stati 60 nuovi casi, 28 in più rispetto ai sette giorni precedenti. La settima regione nel Paese col maggiore aumento, superate in breve tempo tutte le regioni del Sud e numerose del Centro. Gimbe calcola, incrociando matematicamente i dati, anche la "velocità" di diffusione del contagio. Un indice che vede al 22 luglio la Campania seconda, dopo la Calabria.

Infine, gli "attualmente positivi" non diminuiscono, con la Campania che è settima, preceduta da Lombardia, Emilia-Romagna, Lazio, Piemonte, Veneto e Toscana.

Salvini, i dati e l'attacco a De Luca

Il leader della Lega intanto ha preso spunto dai numeri di Gimbe per attaccare il governatore campano Vincenzo De Luca: “Invece di ridere dei morti, l’indegno De Luca si occupi della salute dei campani”.

Covid-19, in Campania luglio mese nero

L'ultimo bollettino: casi ancora in aumento

De Luca: "Troppa irresponsabilità, valutiamo nuove chiusure"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • E' morto Diego Armando Maradona: Napoli piange per il suo campione

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

  • Il Tar boccia il ricorso contro l'ordinanza regionale: le scuole restano chiuse

Torna su
NapoliToday è in caricamento