rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cronaca

Coronavirus, bollettino del 17 aprile: mai così basso il numero di positivi in Campania

Ottime notizie dal bollettino dell'Unità di Crisi della Regione Campania. Fine del tunnel sempre più vicina

L'Unità di Crisi della Regione Campania comunica il bollettino del 17 aprile 2020. Molto incoraggianti i dati che provengono dalla Campania, dove si registra il più basso numero di positivi da molte settimane a questa parte, a fronte di quasi 2600 tamponi eseguiti.

- Ospedale Cotugno di Napoli: sono stati esaminati 967 tamponi di cui 15 risultati positivi;

- Ospedale Ruggi di Salerno: sono stati esaminati 310 tamponi di cui 5 positivi;

- Asl di Caserta presidi di Aversa-Marcianise: sono stati esaminati 99 tamponi di cui 3 positivi;

- Ospedale Moscati di Avellino: sono stati esaminati 161 tamponi di cui nessuno positivo;

- Ospedale San Paolo di Napoli: sono stati esaminati 83 tamponi di cui 1 positivo;

- Azienda Universitaria Federico II: sono stati esaminati 44 tamponi di cui 1 positivo;

- Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno: sono stati esaminati 675 tamponi di cui 9 positivi;

- Ospedale di Nola: sono stati esaminati 78 tamponi, di cui nessuno positivo;

- Ospedale San Pio di Benevento: sono stati esaminati 80 tamponi, 1 positivo;

- Ospedale di Eboli: sono stati esaminati 100 tamponi di cui 2 positivi.

Positivi di oggi: 37

Tamponi di oggi: 2.597

Totale complessivo positivi Campania: 3.988

Totale complessivo tamponi Campania: 46.294

17 aprile ore 22 (1)-2

Tre decessi

I dati incoraggianti non devono far abbassare la guardia. Oggi si sono registrati altri tre decessi in provincia di Napoli. 

Diceva di star bene, pensava ai suoi concittadini anche in quel suo ultimo saluto. "Sto bene, dovrò rimanere in isolamento per i prossimi giorni, mettendo in campo tutte le risorse per proseguire il mio lavoro. Per ovvie ragioni, chiunque abbia avuto contatti con me nelle scorse due settimane dovrà contattare immediatamente le Autorità sanitarie". Così aveva scritto Carmine Sommese, sindaco di Saviano e chirurgo in servizio nell’Ospedale Santa Maria la Pietà di Nola, morto per le conseguenze del contagio. Sommese aveva 65 anni. Era stato anche consigliere regionale durante l'amministrazione regionale di destra guidata da Stefano Caldoro. La notizia del suo contagio risaliva al 19 marzo. Sommese era un medico, un chirurgo molto apprezzato. Lascia moglie e tre figlie. 

"Abbiamo il secondo morto a Somma Vesuviana. Questa volta non si tratta di una persona molto in là con l'età. Abbiamo 23 contagiati totali di cui 2 morti e 2 guariti. Dunque, ad oggi, le persone ancora contagiate sono 19. Chiedo a tutti un forte senso di responsabilità". Questo l'annuncio alla cittadinanza di Somma Vesuviana fatto dal sindaco Salvatore Di Sarno, che ha comunicato il secondo decesso per Coronavirus nel comune in provincia di Napoli. 

Un decesso anche a Massa Lubrense. A perdere la vita una 79enne ricoverata per il Covid-19 nell'ospedale anti Covid-19 di Boscotrecase.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, bollettino del 17 aprile: mai così basso il numero di positivi in Campania

NapoliToday è in caricamento