Cronaca

Saltato il coprifuoco nel fine settimana: lungomare intasato di notte

Girano sui social immagini della notte tra sabato e domenica con persone in auto a Mergellina fino alle due di notte

Auto in coda sul lungomare fino alle 2 di notte, rumori assordanti: la movida è ritornata alla grande a Napoli, nonostante il coprifuoco ancora fissato per le 23. A denunciarlo sono stati i residenti, ma questa volta con una serie di video affidati ai social per avere le prove di quanto accadeva. Viabilità completamente in tilt come accadeva due anni fa quando non c’era alcun virus ad imporci distanziamento e restrizioni. È stato un weekend di fuoco, con i residenti inferociti e i fruitori della movida entusiasti di questa libertà non concessa ma comunque presa.

Da un lato i video di chi in quella zona ci abita e non è riuscita a riposare, dall’altro i video su TikTok e le stories su instagram dei giovani che postavano il loro divertimento. Ma si sa che i social consentono un tracciamento anche di orari e quelli delle storie erano ben oltre il coprifuoco consentito. Una marea di auto e di giovani ha invaso Mergellina rendendo impossibile anche le azioni di contrasto, se non predisposte in anticipo e in maniera massiccia.

Invece nei video si vede inquadrata una sola pattuglia della polizia municipale: due agenti contro un’onda di auto e di giovani sui motorini. Con i locali chiusi all’orario stabilito, perché quello delle sanzioni è un rischio troppo grande da assumersi in un momento di ripresa come questo, i giovani per terminare la serata si riversano sul lungomare con drink magari portati da casa o peggio ancora comprati da improvvisati ambulanti. Tutto mentre la Campania si appresta ad entrare nella zona bianca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saltato il coprifuoco nel fine settimana: lungomare intasato di notte

NapoliToday è in caricamento