Cronaca Chiaia / Via Francesco Caracciolo

Arena del tennis per la Coppa Davis, c'è l'ok della Sovrintendenza

Per il 20 agosto il campo dovrà essere ultimato. Si incomincerà a lavorare alle tribune dal 22, mentre dal 6 al 12 settembre si procederà all'allestimento del villaggio. De Magistris: "Una bella notizia"

Arena del tennis

Il sì della Sovrintendenza ai Beni architettonici è atteso in queste ore per dare il via ai lavori della realizzazione del campo di tennis sul mare, in vista dello spareggio di Coppa Davis tra Italia e Cile. Rispetto al progetto iniziale ci sono due sostanziali modifiche.

La prima: l'arretramento dello stadio verso la Villa. Il progetto ingloba dunque la statua equestre ad Armando Diaz, posta sulla gradinata che si trova al centro dello spazio che divide via Caracciolo da viale Dohrn. Una misura adottata per lasciare il via libera ai pedoni al margine della Rotonda Diaz e ridurre quanto più possibile le limitazioni a chi intende fruire del Lungomare.

La seconda: l'alleggerimento della struttura e dei «moduli» di collegamento con il circolo del Tennis in viale Dohrn, che inizialmente erano stati concepiti come un lungo corridoio. Inoltre il Villaggio che sorgerà intorno allo «stadio» è stato ulteriormente diluito sempre per dare un segnale di grande apertura verso la città.

Altre modifiche riguardano il recepimento di richieste più specifiche avanzate dai vigili del fuoco, come le vie di fuga che correranno al di sotto delle gradinate che saranno coperte da gigantografie con le immagini del panorama di Napoli per risultare poco invasive. Il cronoprogramma; l'acquisizione dell'area dove sorgerà l'arena del tennis avverrà entro il 6 agosto, mentre per il giorno 20 è previsto il collaudo del campo che dovrà dunque essere ultimato. Si incomincerà a lavorare alle tribune dal 22 agosto e si andrà avanti fino al 10 settembre: in tutto dovranno essere realizzati circa quattromila posti. Dal 5 al 9 settembre avanti tutta con la palazzina del tennis e dal 6 al 12 settembre si procederà all'allestimento del villaggio. Gli incontri sono fissati per il 14, il 15 ed il 16 settembre.

Il costo complessivo del progetto è di circa 130 mila euro. I lavori sono tutti a carico del Tennis Club Napoli, organizzatore dell'evento.

"Una bella notizia" è stato il commento del sindaco Luigi de Magistris al via libera.  "Ringrazio la Sovrintendenza del lavoro fatto. Stiamo lavorando in condizioni difficili e in tempi rapidissimi". La prova, a suo avviso, di come "pubbliche amministrazioni e istituzioni diverse sono in grado di dare risposte strategiche in tempi brevi. La Coppa Davis sarà un evento straordinario, un colpo d'occhio che farà il giro del mondo".


"Sono d'accordo con il sovrintendente Gizzi sulla necessità di avere un progetto complessivo per il lungomare - ha concluso il sindaco di Napoli - Lo presenteremo alla Sovrintendenza nei prossimi giorni". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arena del tennis per la Coppa Davis, c'è l'ok della Sovrintendenza

NapoliToday è in caricamento