Sicurezza alimentare, controlli del Nas nel napoletano: sequestri e sanzioni

I controlli effettuati dai militari hanno interessato diverse aree dell’hinterland napoletano

Una serie di controlli effettuati dal NAS di Napoli hanno portato alla chiusura di tre depositi alimentari. Nel corso dei controlli, che hanno interessato diverse aree dell’hinterland napoletano, i Carabinieri hanno scoperto un locale adibito all’imbottigliamento di vino attivato senza autorizzazione sanitaria, all’interno del quale sono stati sequestrati 330 ettolitri di vino, dal valore di circa 170.000 euro.

Nei pressi di un supermercato i militari, unitamente al personale dell’ASL Napoli 1, hanno rilevato l’esistenza di un deposito per alimenti totalmente abusivo, ampio 200 mq e dal valore di 200.000 euro.

Presso un esercizio di ristorazione, infine, gli operatori del NAS hanno scoperto che all’interno di un locale era presente una cella frigo di tipo industriale che, in spregio a ogni requisito igienico e amministrativo, era utilizzata per stoccare circa 2 quintali di alimenti, tra l’altro privi di elementi utili a ricostruirne la tracciabilità. Il titolare del ristorante è stato sanzionato per un valore di 2.500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Acqua, bicarbonato e limone: benefici e controindicazioni

Torna su
NapoliToday è in caricamento