rotate-mobile
Cronaca

Movida, gestori senza green pass e alcol a minori

I carabinieri hanno pattugliato le strade più affollate del centro di Napoli e hanno chiuso o multato diversi locali

Movida nel mirino. Dopo i recenti fatti di cronaca, le forze dell'ordine tengono d'occhio la vita notturna del centro di Napoli. Largo San Giovanni Maggiore, Largo Banchi Nuovi e i dintorni di Santa Chiara. Queste le aree presidiate dai Carabinieri della Compagnia Centro e del Nas di Napoli: numerosi i locali controllati, diverse le sanzioni notificate anche grazie alla collaborazione di personale tecnico dell’Asl partenopea.

Il titolare di un bar in Via dei Carrozzieri a Monteoliveto è stato sanzionato perché a lavoro senza il green pass. Stessa cosa per la moglie, anche lei priva della certificazione verde ma comunque impiegata nel servire i clienti. Il locale è stato temporaneamente chiuso. Anche per il titolare di un secondo bar, lungo la stessa strada, una sanzione per mancanza di green pass: l’attività è stata provvisoriamente sospesa.

A tre i locali in Largo Banchi Nuovi sono state notificate prescrizioni concernenti il trattamento degli alimenti, effettuato in violazione della normativa di settore. Numerose le persone controllate in Largo San Giovanni Maggiore dove si è badato ad evitare che la movida si trasformasse in un pericolo per le centinaia di persone presenti e in un disagio per i residenti.

Verifiche anche sull’età dei clienti dei bar, diversi sotto la soglia dei 18 anni ma spesso serviti con alcolici. I militari, alcuni in borghese e confusi nella folla, hanno sanzionato decine di giovani perché trovati in possesso di piccole quantità di stupefacenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida, gestori senza green pass e alcol a minori

NapoliToday è in caricamento