rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca

Una notte di controlli: botti, assembramenti e alcol vietato

La polizia locale di Napoli ha messo in strada 123 uomini per pattugliare la città fino alle 7 del mattino

Sono 123 gli uomini impiegati dalla polizia locale di Napoli per i controlli di fine anno. Tra le ore 18 del 31 dicembre e le 7 del 1 gennaio sono stati effettuati sei diversi sequestri di fuochi d’artificio, elevando altrettanti verbali e deferendo due soggetti all' Autorità Giudiziaria.

Gli interventi hanno riguardato prevalentemente il contrasto alla vendita in strada con banchetti improvvisati allestiti in prossimità della mezzanotte con  centinaia di articoli tra razzi, bengala ed altro materiale esplodente. I controlli sono stati estesi anche al trasporto del materiale pirotecnico ed è stato intercettano e posto sotto sequestro un veicolo al cui interno erano stati stipati, per essere messi in vendita, 22 grandi batterie di fuochi professionali, oltre a molti altri grandi pezzi esplodenti. 

E' stato denunciato anche il proprietario del veicolo che, poco distante, aveva improvvisato una bancarella sulla quale esponeva ulteriori articoli esplodenti di utilizzo professionale  la cui commercializzazione è regolamentata dalle leggi di pubblica sicurezza. Il soggetto identificato, e d'intesa con il magistrato di turno, veniva denunciato a piede libero e rilasciato mentre veniva avviata la procedura di distruzione degli esplosivi pericolosi sequestrati.

Numerosi sono stati anche i controlli ai cittadini ed alle attività imprenditoriali finalizzati al rispetto della normativa di prevenzione dal contagio dal covid. Sono stati chiusi per cinque giorni e verbalizzati due locali dopo la mezzanotte, perché vendevano bevande alcoliche  per asporto che venivano poi consumate all'esterno, sulla pubblica via.

Sono inoltre state verbalizzate ulteriori 13 attività  per vendita di cibo e bevande alcoliche per asporto e cinque verbali sono stati elevati per il consumo di bevanda alcolica sulla pubblica. Tre verbali hanno riguardato attività commerciali per  i  dipendenti sprovvisti di Green Pass e in un caso era proprio il titolare del negozio che esercitava senza esserne in possesso. 

Infine 19 verbali sono stati elevati a cittadini sprovvisti di mascherina, cinque verbali ad attività perché il titolare non controllava il green pass all'ingresso e tre verbali per mancanza del controllo di impatto acustico e due per occupazione abusiva suolo pubblico. Gli agenti sono anche intervenuti nella notte in due occasioni per disperdere assembramenti su piazza Nazionale e in tre  casi anche in  piazza Garibaldi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una notte di controlli: botti, assembramenti e alcol vietato

NapoliToday è in caricamento