menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Servono più controlli, siamo ancora in piena pandemia": de Magistris preoccupato

"Ho girato molto", spiega il sindaco, "e durante il fine settimana ho visto molte persone rispettose ma anche assembramenti e giovanissimi senza mascherina"

"Bisogna concentrare i controlli sugli assembramenti e non sulle singole persone" Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervenuto a "Centocittà" su Rai Radio1. Commentando la prima domenica della cosiddetta Fase 2, il primo cittadino ha spiegato: "Sabato e domenica ho girato molto e ho visto che la maggior parte dei napoletani portano mascherine e hanno il distanziamento. Si vedono, però, e questo ci preoccupa tutti, degli assembramenti e soprattutto giovanissimi senza mascherina".

 "Ho chiesto al prefetto, che coordina le forze di polizia, di concentrarle nelle attività di assembramento ossia intervenire e dissuadere le persone a stare molto vicine. In questa fase, invece, eviterei i controlli che servono solo a fare statistica cioè quello a chi è in macchina o sul motorino. In questi giorni  non interessa la statistica, ma l'efficacia". 

"Un poco di rilassamento era prevedibile, ma le persone devono capire che siamo in piena pandemia e che non stiamo fuori dal tunnel. Purtroppo l'emergenza non è finita. A Napoli stiamo andando molto bene dal punto di vista sanitario, ma basta un errore di troppo per ritornare nella Fase 1 e quella sarebbe una tragedia non solo dal punto di vista psicologico ma anche economico e sociale", ha concluso de Magistris. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento