menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contrabbando: sequestrato un tir polacco carico di sigarette

Una nuova operazione della Guardia di Finanza ha portato al sequestro di un camion che trasportava 1.034 kg di sigarette provenienti dall'Est europeo. L'autista è stato arrestato con l'accusa di contrabbando internazionale


Torna ad affacciarsi su Napoli lo spettro del contrabbando di sigarette. Dopo le numerose operazioni che nel passato avevano portato allo sgonfiamento dell'attività più redditizia della camorra, arriva un nuovo sequestro della Guardia di finanza che getta nuovamente luce sul traffico di bionde dall'est europeo e che fa seguito ai 45 arresti del 2 marzo scorso.

E' stata sequestrata dalle Fiamme Gialle una tonnellata di sigarette di produzione ucraina, trasportata su un tir proveniente dalla Polonia. Il mezzo adoperato dai contrabbandieri era vecchio e in pessime condizioni (scelto non a caso dai trafficanti per evitare danni economici più ingenti nel caso di un sequestro) e ha raggiunto l'Italia viaggiando su pneumatici completamenti lisci, costituendo un grave pericolo per la circolazione autostradale.

Nell'ambito delle operazioni di controllo delle principali vie di comunicazione extraurbane, i militari hanno notato il mezzo sospetto che viaggiava sulla strada statale 7 bis e lo hanno pedinato fino ad un'area di deposito di camion a Mugnano. 

Da un'osservazione attenta delle prime fasi di scarico gli uomini della Guardia di Finanza hanno notato a bordo cinque grandi contenitori di legno sospetti, celati tra merce regolarmente trasportata. All’interno di questi erano stipate oltre 5.000 stecche di provenienza ucraina.

I finanzieri hanno sequestrato l'autoarticolato con 1.034 kg di sigarette, nascoste in un carico di suppellettili di vetro.   L'autista del tir, di nazionalità polacca, è stato arrestato con l'accusa di contrabbando internazionale. Il valore delle bionde sequestrate si aggira sui 130 mila euro. L'operazione è stata compiuta a pochi giorni di distanza da un altro ingente sequestro, sempre ad opera della Guardia di Finanza, a dimostrazione - secondo gli investigatori - del rinnovato interesse della malavita napoletana al traffico di sigarette.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento