Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Contrabbando di sigarette e farmaci per la disfunzione erettile su nave militare

Concluse le indagini Nucleo di Polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Brindisi: sei persone raggiunte da provvedimenti, fra queste due napoletani. Avrebbero partecipato al contrabbando

(la nave Caprera)

E' giunta al termine con sei ordinanze di custodia cautelare l'indagine del Nucleo di Polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Brindisi avviata il 16 luglio del 2018, sul trasferimento di un carico di 774 chili di sigarette di contrabbando e di uno stock di farmaco “Cialis” a bordo di una nave della Marina Militare italiana, il mototrasporto costiero “Caprera”, utilizzata come supporto tecnico alla marina libica per un periodo di circa quattro mesi nell’ambito dell’Operazione Nauras contro il traffico di migranti nel Canale di Sicilia.

In carcere un 44enne ufficiale torinese. Ai domiciliari un 39enne di Tripoli, ufficiale della marina libica,i tre membri dell'equipaggio della Caprera trai quali un 44enne di Villaricca e un militare 40enne, napoletano, che era alla guida del furgone che serviva per trasferire il Cialis e le sigarette dalla base di Brindisi a quella di Taranto. 

Come riportato da BrindisiReport, nelle prime fasi la vicenda ha visto l’intervento dei carabinieri del nucleo in servizio al Comando Marina di Brindisi, che fermarono un membro dell’equipaggio del “Caprera”, il quale in borsone aveva infilato varie stecche di sigarette. Le ipotesi di reato sono di contrabbando pluriaggravato di tabacchi lavorati esteri e di farmaco Cialis di provenienza estera, d’imbarco arbitrario di merci di contrabbando sulla nave militare “Caprera”, di peculato d’uso, di istigazione alla corruzione, di corruzione per atti contrari ai doveri dell’ufficio e di falso ideologico.

I dettagli su BrindisiReport

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrabbando di sigarette e farmaci per la disfunzione erettile su nave militare

NapoliToday è in caricamento