Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Manomettevano distributori di benzina, sgominata la banda del carburante

 

Contrabbandavano carburanti per poi rimetterli sul mercato ufficiale a prezzi a dir poco concorrenziali. Anzi, si trattava di vera concorrenza sleale, oltre che di un ingente truffa all'erario. L'operazione della polizia tributaria della Guardia di finanza di Napoli ha messo fine a questo commercio sottobanco di benzina e affini. Le fiamme gialle hanno arrestato 14 persone componenti della banda criminale.

Come se non bastasse, sotto chiave sono finiti anche 17 milioni di euro, proventi dell'attività illecita, e circaun milione di litri di prodotti petroliferi.

L'attività investigativa, coordinata dalla procura di Napoli, ha messo fine a un'impresa che copriva tutto il territorio nazionale. La banda ha escogitato nel tempo divrsi sistemi fraudolenti per l'immissione di enormi partite di carburante, anche si provenienza illecita, a prezzi stracciati. Ammonta a circa 20 milioni di euro il danno al fisco italiano.

Oltre agli arresti e al sequstro di soldi e caburante, le indagini hanno portato la Guardia di finanza ad apporre i sigilli a numerosi distributori dislocati in tutta Italia, dove sono state trovate colonnine di rifornimento manomesse.

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento