rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Giulia Pia, i medici del Cardarelli: "Sta facendo passi in avanti"

La piccola nata dalla tragedia di Pozzuoli, in cui sua madre è stata data alle fiamme dal compagno poi arrestato, è ricoverata in terapia intensiva neonatale al Cardarelli

"Giulia Pia stamattina ha fatto un altro passetto in avanti". La bimba nata dal dramma di Pozzuoli, con sua madre data alle fiamme dal suo compagno, sta meglio. A spiegarne le condizioni, a Radio Crc nel corso della trasmissione Barba&Capelli, è il dottor Giovanni Sica, del reparto terapia intensiva neonatale dell'Ospedale Cardarelli che l'ha in cura.

"Per prima cosa voglio ringraziare tutti i nostri addetti del reparto che hanno dato una mano nel salvaguardare la vita di questa bambina – spiega – Stanotte non ha avuto problemi, e stamane ha assunto un altro po' di latte tranquillamente. Diciamo che qualsiasi preoccupazione diventa sempre meno probabile". La piccola è al reparto di terapia intensiva neonatale.

"È in incubatrice ma senza bisogno dell'ossigeno per respirare – prosegue il dottor Sica – e ne mantiene una buona dose di ossigeno all'interno del sangue, e poi l'aiutiamo a mangiare. Alcuni parenti ieri sono stati particolarmente presenti, ma trattandosi di un reparto delicato non possiamo garantire l'accesso a tutti ma cerchiamo di aiutarli in qualsiasi modo".

Sua madre, Carla Ilaria Caiazzo, è invece definita "ancora in condizioni estremamente gravi, anche se stabili". La prognosi esclude il pericolo di vita imminente, ma non è chiaro ancora che tipo di difficoltà future possa avere. È attualemente ricoverata al centro grandi ustionati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giulia Pia, i medici del Cardarelli: "Sta facendo passi in avanti"

NapoliToday è in caricamento