Cronaca

Arresto cardiaco per un calciatore 13enne: sarà operato al Monaldi

Alessandro, tesserato con l'Asd Ciro Caruso, si era sentito male sabato scorso. È stato salvato grazie alla presenza di un defibrillatore a bordo campo

Monaldi

Si è sentito male durante una partita del campionato Giovanissimi, sabato scorso a Marano. Alessandro, 13enne tesserato con l'Asd Ciro Caruso, ha rischiato moltissimo: è stato salvato da alcune persone a bordo campo con un defibrillatore, strumento acquistato dalla società dell'ex difensore del Napoli Ciro Caruso.

Sul suo stato di salute arrivano adesso dei segnali confortanti. Il ragazzino, di Secondigliano, sarà operato al Monaldi: gli verrà applicato un defibrillatore sottocutaneo.

LA PAURA - Il dramma si era consumato nei minuti iniziali del secondo tempo. Il padre ha raccontato che Alessandro si era avvicinato alla panchina lamentando un dolore al collo. Ha chiesto il cambio poco dopo, prima di stramazzare al suolo in arresto cardiaco. Immediati i soccorsi, particolarmente lunghi, ed il miracoloso salvataggio.

Il DEFIBRILLATORE - Per il ragazzino il calcio ora è il passato: i medici gli hanno diagnosticato un ispessimento del cuore che non gli consentirà di proseguire a giocare. Ma è salvo. Grazie ad un defibrillatore di cui molte società calcistiche – per problemi di budget – non dispongono.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresto cardiaco per un calciatore 13enne: sarà operato al Monaldi

NapoliToday è in caricamento