menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga per il casertano: condannati ma liberi i trafficanti

Quattro anni e mezzo a Gaetano Maresca, figlio del ras assassinato Giuseppe dei Gallo-Cavalieri di Torre Annunziata

Quattro condanne per il fornitore e i tre corrieri che rifornivano di droga il casertano partendo da Torre Annunziata. Tutti però sono già liberi. Si tratta di Gaetano Maresca, figlio del ras dei Gallo-Cavalieri, Giuseppe alias “o' saccaro” e dei tre staffettisti impegnati nel trasporto della droga dalla città oplontina a Vairano Scalo in provincia di Caserta. Il Gip del tribunale di Torre Annunziata ha condannato a tre anni e sei mesi di reclusione sia il figlio del ras assassinato pochi mesi fa, sia due dei tre corrieri, S.E. e G.T. Un anno e sei mesi con sospensione condizionale della pena per l'ultimo corriere, C.G. Tutti i condannati sono però stati scarcerati immediatamente in attesa del secondo grado di giudizio e a loro carico è stato inflitto solamente il divieto di dimora all'interno della città oplontina.

Per Maresca inoltre è stato deciso anche l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria dopo aver trascorso finora otto mesi in carcere. I quattro condannati hanno avuto anche accesso allo sconto di un terzo della pena finale per la scelta di essere giudicati con rito abbreviato. La procura torrese aveva chiesto pene molto più dure rispetto a quelle inflitte. Ai danni di Maresca e dei due corrieri principali aveva invocato sette anni di carcere. Invece ai danni dell'ultimo, quattro. L'inchiesta è partita lo scorso 17 marzo ed ha scoperto un traffico soprattutto di marijuana che partiva da Torre e da Pompei verso altre piazze di spaccio lontano dal Vesuvio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano: a cosa fare attenzione prima di procedere all'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento