rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Claudio D'Alessio condannato a 3 mesi di carcere: il figlio di Gigi avrebbe minacciato e picchiato la sua colf

La vicenda risale al 2014. "Spero che l’appello ribalti la sentenza - ha commentato la sentenza - Sono finito sotto processo per il cognome che porto"

Claudio D'Alessio è stato condannato a 3 mesi e quindici giorni di carcere. Il primogenito di Gigi, classe 1986, è stato ritenuto dai giudici colpevole di lesione e violenza privata ai danni di quella che era la sua colf.

L'episodio risale alla notte del 5 luglio del 2014. Nel quartiere di Roma Parioli, precisamente in via Giuseppe Mercalli dove allora D’Alessio viveva, il figlio del cantante – nella ricostruzione dei giudici – cacciò di casa Halyna Levkova nel cuore della notte, senza scarpe e dopo averla aggredita e percossa.

La colf, sentendo D'Alessio urlare contro Nicole Minetti (al tempo sua compagna), gli aveva chiesto di abbassare il tono della voce per poter dormire, lei che peraltro dormiva in una stanzetta senza porta. L'uomo secondo il Tribunale di Roma però perse la pazienza e alzò le mani per infine cacciarla via.

"Ho deciso di affrontare il processo perché non ho fatto niente a questa persona – è stato il commento alla sentenza di Claudio D’Alessio – Spero che l’appello ribalti la sentenza. La sua camera era senza porta? È vero, ma perché era situata al piano superiore, dove viveva sola e così l’ha voluta chi ha costruito l’edificio. Sono finito sotto processo per il cognome che porto".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Claudio D'Alessio condannato a 3 mesi di carcere: il figlio di Gigi avrebbe minacciato e picchiato la sua colf

NapoliToday è in caricamento