menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Comune Napoli

Comune Napoli

Il Comune a Confcommercio: "Rinviate la serrata del 10 aprile"

In una nota: "E' un momento difficile per Napoli che richiede la massima unità e collaborazione. L'amministrazione si è anche dichiarata disposta ad accogliere i suggerimenti costruttivi avanzati dai cittadini e dagli operatori economico-commerciali"

"Chiediamo a Confcommercio di rinviare la convocazione della serrata indetta per il 10 aprile in modo da verificare la concretezza degli impegni presi dall' amministrazione in occasione degli incontri recentemente avuti con Confcommercio, Confesercenti, Aicast, associazioni del territorio, cittadini e cittadine, municipalità e consorzi operanti nelle diverse aree cittadine". Lo rende noto l'ufficio stampa del Comune di Napoli, sottolineando che questo "é un momento difficile per Napoli che richiede la massima unità e collaborazione".

"L'amministrazione, infatti, pur avendo confermato i propri progetti strategici in materia di mobilità sostenibile, quali il lungomare liberato e le isole pedonali nei diversi quartieri della città - si legge nella nota - si è anche dichiarata disposta ad accogliere i suggerimenti costruttivi avanzati dai cittadini e dagli operatori economico-commerciali".


Oggi infatti l'amministrazione comunale approverà un provvedimento con cui si procede all'esonero dal pagamento delle tasse comunali (Imu, tares, cosap e tassa dell'acqua) per quanti sono stati colpiti dal crollo della Riviera, dunque abitanti e operatori economico-commerciali. "Un provvedimento - si sottolinea - con cui si applicano, poi, modifiche rispetto al dispositivo di mobilità di Riviera di Chiaia, per esempio con la sospensione dei blocchi di via Acton e piazza S. Nazzaro, e alcune modifiche relative a piazza Dante e via Duomo. Sempre il provvedimento, inoltre, conterrà disposizioni volte a favorire l'occupazione di suolo pubblico per rendere più agevole e più rapido l'utilizzo degli spazi pubblici in tutti i quartieri della città". Per il Comune di Napoli, "si tratta dunque di atti concreti, nati anche dall'ascolto del territorio e delle sue associazioni, per aiutare cittadini ed operatori economico-commerciali in un momento difficile per Napoli, le cui strade sono comunque attraversate da migliaia di cittadini e turisti". "Un momento che richiede la massima unità e collaborazione, dunque che deve vedere il superamento di qualsiasi atteggiamento di contrapposizione per una operazione di dialogo costruttivo nell'interesse della sola città", conclude la nota. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento