rotate-mobile
Cronaca

Cocaina nel caffè in arrivo al porto di Napoli: 35enne viene scarcerato

La decisione del giudice

Lascia il carcere il 35enne (F.B.) arrestato nel novembre 2022 per droga. L'uomo, originario di Napoli, è stato condannato a 12 anni di reclusione, ma il suo atteggiamento collaborativo ha spinto il giudice ad optare per i domiciliari.

La raffineria di droga, come riporta CasertaNews, secondo l’ipotesi accusatoria, era collocata nell’Alto Casertano, esattamente nel comune di Galluccio, piccolo centro adagiato lungo i pendii del vulcano Roccamonfina.

Otto persone furono arrestate dalla Guardia di Finanza. Erano tutti accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti nonché di importazione e detenzione di ingenti quantitativi di droga.

Secondo le accuse mosse dalla Dda di Napoli, lo stupefacente arrivava nel porto della città partenopea importato dalla Colombia e da Panama, insieme al caffè e a fertilizzante organico. In questi ultimi due, in realtà, era miscelata la cocaina che veniva estratta attraverso processi chimici.

I reati contestati si sarebbero consumati tra il 2019 e il 2021. Secondo l’ipotesi accusatoria in un immobile a Galluccio venivano effettuate le operazioni di estrazione della cocaina. In alcuni casi avrebbero anche rivenduto lo stupefacente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina nel caffè in arrivo al porto di Napoli: 35enne viene scarcerato

NapoliToday è in caricamento