Cronaca

I clowndottori di Energia del Sorriso all’Ospedale Monaldi di Napoli

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Si è svolta il 26 marzo la consegna degli attestati del corso in Clownterapia organizzato e sostenuto dalla onlus Energia del Sorriso: una commozione allegra, la partecipazione sentita dei medici, dei volontari e del testimonial Gino Rivieccio, la gratitudine delle famiglie dei piccoli degenti. Emozioni pure e forti nelle sale dell'Ospedale Monaldi di Napoli, dove, grazie a questa iniziativa, i nuovi clowndottori potranno offrire ai pazienti la terapia del sorriso.

Antonio Giordano, il Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera dei Colli, ha dichiarato: "il vero operatore sanitario è quello che partecipa, noi vogliamo trasformare la degenza in una esperienza della vita. Noi apparteniamo ad una cultura che cura la malattia con l'umanità, la competenza e la presenza."

Il direttore del reparto di cardiochirurgia pediatrica, Giuseppe Caianiello ha detto: "Fondamentale l'umanizzazione dell'ospedale. Vanno ringraziati i privati che sovvenzionano l'attività di clownterapaia negli ospedali. "Ho preferito lavorare con i bambini, a loro bisogna donare tutto il tuo tempo, senza risparmio di ore e senza mai guardare l'orologio".

Sono intervenuti:

La clownterapeuta Pippi: "Bisogna saper approcciare la malattia del bambino, riuscire a donare un sorriso, se lo vogliono, a volte i genitori non hanno voglia di sorridere, far capire che si vuole bene al bambino. La clownterapia va inserita nel contesto sanitario, è un lavoro serio il nostro.

L'arte comica presuppone il sapere scientifico. Siamo clown non pagliacci e siamo mediatori tra l'ambiente l'ospedale."

Glauco Siviero detto Fischietto: "faccio da 13 questo mestiere. Napoli ancora una volta ha dimostrato una grande professionalità. Faccio un appello: fuori i furfanti che approfittano del dolore altrui, i veri professionisti si autofinanziano".

L'attore Gino Rivieccio

"Combattere la malattia con la terapia, molto spesso si può: Voi fate entrare il sorriso nelle stanze buie" . Il vostro non è un mestiere è una poesia, uno stato d'animo" e citando Patch Adams: "la gioia vi possa perseguitare"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I clowndottori di Energia del Sorriso all’Ospedale Monaldi di Napoli

NapoliToday è in caricamento