Cronaca

Clinica degli orrori: "Disabili segregati nel degrado

Arrestato un operatore socio assistenziale che doveva occuparsi dei 37 disabili. Accusato di "sequestro di persona, maltrattamenti e abbandono di persona incapace"

Nas

Una vera e propria clinica degli orrori quella scoperta dai Carabinieri del Nas del capoluogo campano. I militari sono entrati in una residenza socio sanitaria "per porre fine alla segregazione e profondo degrado - spiega una nota - in cui versavano 37 disabili, affidati alle cure di un operatore socio assistenziale".


L'uomo, è stato arrestato dagli agenti con le accuse di "sequestro di persona, maltrattamenti e abbandono di persona incapace". Per la struttura sono scattati i sigilli a causa di gravi carenze igienico sanitarie. Felicità nelle parole del ministro della Salute Beatrice Lorenzin che, ringraziando i carabinieri del Nas, ha annunciato che presto partirà una "task force per controlli severissimi". Inoltre, il ministro si è detto "a disposizione delle autorità sanitarie locali per eventuali azioni a tutela dei 37 disabili, ancora ospiti della struttura sotto sequestro e si riserva ogni azione contro questi operatori indegni di fare parte del sistema sanitario nazionale. Strutture come quelle - ha concluso la Lorenzin - non dovranno più esistere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clinica degli orrori: "Disabili segregati nel degrado

NapoliToday è in caricamento