menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Musolino

Francesco Musolino

Il prefetto Musolino: “Classifica Sole 24 Ore da ridimensionare, a Napoli criminalità in calo”

A margine dell'intesa siglata con l'Abi per la prevenzione della criminalità in banca, il prefetto di Napoli si è espresso sulla situazione in città: "Analisi del crimine in città complessa, ci sono numeri positivi"

Francesco Musolino, prefetto di Napoli, ridimensiona la classifica pubblicata dal "Sole 24 Ore" che attribuisce alla città partenopea il non invidiabile primato, nel Paese, per rapine e truffe.

Musolino definisce "complessa" l'analisi della situazione della criminalità a Napoli, e a margine della firma del protocollo d' intesa con l'Abi per la prevenzione della criminalità in Banca, ha spiega: "Bisogna leggere i dati della criminalità nella loro complessità e tenere conto della presenza della criminalità organizzata. Ci sono anche numeri positivi, come il calo di furti, e quello generale dei reati commessi, che resta stabile. mentre in provincia è in calo". "Inoltre - aggiunge il prefetto - c' è un movimento qualitativo nella tipologia di reati e va registrata positivamente la sinergia tra le istituzioni, compresi Comune e Provincia, per la prevenzione".

Il protocollo di intesa siglato dal responsabile nazionale per la sicurezza dell'Abi Marco Iaconis e dai rappresentanti di 26 istituti di credito della provincia, prevede l'estensione delle cinque "misure minime" di prevenzione e di sicurezza alle banche. Tra esse soluzioni tecnologiche come le telecamere digitali con immagini a colori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

  • Cronaca

    Lutto per il Gambrinus, è morta la storica cassiera

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento