rotate-mobile
Cronaca

"Le dieci migliori trattorie napoletane veraci da non perdere"

Ecco le pietanze cult prese in esame dal sito Agrodolcee: il ragù, la genovese, gli spaghetti con le vongole, il baccalà e la parmigiana

La cucina classica napoletana è sempre più apprezzata dai turisti che amano soprattutto le trattorie che utilizzano ancora le ricette tradizionali. A tal riguardo il portale "Agrodolce" ha stilato la graduatoria delle migliori dieci trattorie tradizionali di Napoli, dislocate nei diversi quartieri della città.

Le pietanze cult prese in esame sono state in particolare: il ragù, la genovese, gli spaghetti con le vongole, il baccalà, la frittura.

Ecco le dieci trattorie "migliori" trattorie napoletane per Agrodolce:

-Cibi Cotti Nonna Anna (via Ferdinando Galiani, 24): dove l’ultraottantenne nonna Anna cucina per i suoi clienti piatti con ingredienti che acquista giorno dopo giorno nello stesso mercato antistante della Torretta.

-Trattoria da Nennella (vico Lungo Teatro Nuovo, 105): ormai divenuta famosissima e meta di vip, residenti e turisti, che affollano ogni giorno la trattoria, creando lunghissime file per sedersi.

-Osteria Donna Teresa dal 1913 (via Michele Kerbaker, 58): nata poco più di un secolo fa al Vomero, un must è il ragù, poi salsicce e friarielli, polpette al sugo e polpette fritte, cotolette e vari contorni.

-Osteria La Chitarra (rampe San Giovanni Maggiore, 1/b): Tra i primi: paccheri allardiati, zuppa di fagioli alla maruzzara. I secondi si dividono tra carne e pesce: alici in tortiera, baccalà con i ceci, polpette alla napoletana.

-Dalle Sorelle (via Benedetto Cairoli, 1): locale storico fondato da Salvatore Spoleto nel 1910, gestito sempre da sole donne. I piatti forti vanno dagli antipasti come i fiori di zucca ripieni di ricotta, ai primi come la pasta e fagioli, ma soprattutto la zuppa di soffritto.

-Antica Trattoria e Pizzeria Da Donato (via San Cosmo, 26/28): definito come il regno della parmigiana, presentata in tantissime versioni, da quella classica di melanzane a quella di zucchine o ancora di patate, di carciofi e anche di finocchi.

-Osteria della Mattonella (via Giovanni Nicotera, 13): il nome di questa osteria è ricavato dalle mattonelle particolari che rivestono le pareti. Fiore all’occhiello della Mattonella è la genovese.

-Trattoria ‘A Cucin ‘E Mammà (via Foria, 101): I piatti più richiesti sono quelli a base di pesce sempre fresco. Il nome del locale si riferisce proprio alla maniera in cui cucinano le nostre mamme e in questa trattoria ci si sente a casa.

-Le Zendraglie (via Pignasecca, 14): il regno della trippa a Napoli è qui. La famiglia Fiorenzano è nota proprio per la loro tripperia storica nel cuore della Pignasecca.

Da Vittorio (via Diocleziano, 67): Da segnalare i piatti a base di baccalà e di pesce, come il polpo e il pesce bandiera alla pizzaiola, e inoltre la pasta e fagioli, le polpette con le patatine tagliate a mano e fritte.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Le dieci migliori trattorie napoletane veraci da non perdere"

NapoliToday è in caricamento