Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Clan Pesacane, sequestro di beni per un esponente di spicco

La guardia di finanza è entrata in azione a Torre del Greco. Nel mirino delle fiamme gialle l'appartamento di 100 metri quadri del 53enne

A Torre del Greco è stata sequestrata l'abitazione di un esponente di spicco del clan Pesacane.

Ad entrare in azione - al termine di indagini economico-patrimoniali delegate dalla Dda - è stata la Compagnia della Guardia di Finanza di Torre del Greco. Il sequestro, disposto dal tribunale, è avvenuto a Boscotrecase.

I sigilli sono stati apposti all'appartamento di 100 metri quadri, ritenuto dal valore di 125mila euro, del 53enne Giuseppe Ranieri. Questi è ritenuto dagli inquirenti esponente di spicco del clan camorristico Pesacane, operante nell’hinterland vesuviano.

L'uomo, con numerosi precedenti penali per traffico di sostanze stupefacenti e di recente peraltro protagonista di una rocambolesca cattura, aveva secondo gli inquirenti un reddito dichiarato troppo basso rispetto al tenore di vita. L’immobile sarebbe stato acquistato reinvestendo proventi illeciti ricavati dall’attività criminale svolta all’interno del clan. 

Secondo gli investigatori Ranieri aveva infatti ricoperto, all’interno del gruppo criminale, gli importanti ruoli di "custode delle armi da fuoco" e di cassiere del denaro.

L’immobile risultava intestato ai figli ed accatastato come “scuderia” di poche decine di metri quadrati, anziché come reale ed effettivo appartamento.

L’operazione odierna è da inquadrare in quella che le fiamme gialle definiscono una più ampia "aggressione alle ricchezze illecite degli esponenti collegati alla criminalità organizzata".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clan Pesacane, sequestro di beni per un esponente di spicco

NapoliToday è in caricamento