Da Marano a Roma per gestire lo spaccio di hashish e cocaina: cinque arresti nel clan Nuvoletta

Si tratta di cinque soggetti - già detenuti - accusati di ssociazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti aggravata del metodo e delle finalità mafiose. Raggiunto da ordinanza anche Lorenzo Nuvoletta

(foto di repertorio)

Il clan Orlando-Nuvoletta, con sede a Marano di Napoli, era arrivato a gestire il traffico di droga anche a Roma: è questa l'ipotesi investigativa sulla quale si basano i cinque arresti per “associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti aggravata del metodo e delle finalità mafiose” (artt. 74 D.P.R. 309/1990 – 416 bis.1 C.P.) e “associazione di tipo mafioso” (art. 416 bis. C.P.) eseguiti oggi nelle carceri di Nuoro e Tolmezzo (UD). Nella Capitale il gruppo gestiva ingenti quantitativi di hashish e cocaina. La richiesta dei PM della Direzione Distrettuale Antimafia - portata a termine dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna -  riguardano cinque uomini considerati un sodalizio operante "sotto il costante controllo del clan maranese “Orlando – Nuvoletta”". 

Durante le indagini si è appurato che elementi del clan si erano recato più volte a Roma per verificare l'operatività del sodalizio, cercando di usare accorgimenti tecnologici per eludere le investigazioni - accorgimenti risultati vani.

Lorenzo Nuvoletta

Una sesta ordinanza è stata recapitata in carcere a Lorenzo Nuvoletta classe 1981, figlio di Ciro considerato elemento apicale dell'omonimo clan e ucciso nel 1984. Secondo gli inquirenti Nuvoletta (indiziato di “trasferimento fraudolento di valori”, “impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita”e “autoriciclaggio”) sarebbe il reale proprietario di una concessionaria di auto fittiziamente intestata a due soggetti e avrebbe partecipato a tutte le fasi propedeutiche all'apertura (seguendo i lavori di ammodernamento della struttura, l'arredamento e il reperimento di veicoli).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri hanno eseguito il sequestro preventivo del 100% delle quote sociali del suddetto esercizio commerciale con relativo compendio aziendale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

  • Polmonite bilaterale senza patologie pregresse a 32 anni: "Ho visto il mio amore avere fame di ossigeno"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento