Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Clan Mazzarella, arrestato in Spagna 'Genni cape e bomb'

Gennaro Esposito, 34enne napoletano, è considerato un elemento di spicco del clan

I carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno arrestato Gennaro Esposito, 34enne napoletano, ritenuto elemento di spicco del clan Mazzarella. L’uomo, irreperibile dal luglio del 2020 e destinatario di due provvedimenti emessi dall’Autorità giudiziaria partenopea, è ritenuto gravemente responsabile del reato di estorsione aggravata dalle finalità mafiose e associazione a delinquere di stampo mafioso.

L'arresto a Barcellona

Questa notte a Barcellona – città dove il latitante si rifugiava - il F. A. S. Team Spagnolo, attivato dal Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia italiano su precise indicazioni dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli, ha catturato Esposito (detto “Genni cape e bomb”) che era insieme alla compagna. La donna, partita da Napoli, lo aveva appena raggiunto. Il ritrovamento da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Napoli, si inquadra nell’ambito di un’articolata indagine partita dal novembre scorso e coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Napoli - Direzione Distrettuale Antimafia. Il 34enne è ora in carcere in attesa del provvedimento di estradizione.

Maresca:"Vittoria dello Stato"

"Con l'arresto del latitante Gennaro Esposito, lo Stato mette a segno un'altra vittoria. Un plauso alle Forze dell'ordine che con questo ennesimo colpo inferto alla criminalità organizzata, consegnano ai cittadini sempre più fiducia nella democrazia e nelle sue leggi. La lotta alla camorra a Napoli è uno dei nostri principali obiettivi per riaffermare la legalità e la giustizia in questa terra così martoriata. Non arretriamo di un centimetro". Lo scrive su facebook Catello Maresca, candidato sindaco del centrodestra a Napoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clan Mazzarella, arrestato in Spagna 'Genni cape e bomb'

NapoliToday è in caricamento