menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arresti per droga: coinvolti i clan Gionta e Aquino-Annunziata

In manette trentaquattro persone. La compagine criminale gestiva una 'piazza di spaccio' nel rione Piano Napoli di Boscoreale rifornendo le reti di distribuzione al dettaglio ai consumatori della provincia e delle regioni limitrofe

Sono trentaquattro le persone, ritenute affiliate ai clan camorristici Aquino-Annunziata e Gionta arrestate dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Torre Annunziata. L'accusa: associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, detenzione e porto abusivo di armi e tentativo di indurre a non rendere dichiarazioni all' autorità giudiziaria, aggravati dal metodo mafioso. Nei loro confronti il gip ha emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere.

A finire in manette anche il boss Francesco Casillo, ritenuto dai carabinieri il capo dell'organizzazione sgominata questa mattina. L'uomo era nella sua dimora quadrifamiliare con piscina, lettini prendisole con creme abbronzanti a disposizione degli ospiti, palme, un bar e barbecue per pranzi all'aperto. Sullo sfondo, una statua di Gesù.

Nel corso di indagini, durate dal marzo 2009 al maggio scorso, sono stati documentati traffici di droga della compagine criminale che gestiva una 'piazza di spaccio' nel rione Piano Napoli di Boscoreale, rifornendo costantemente le reti di distribuzione al dettaglio ai consumatori della provincia di Napoli e delle regioni limitrofe.


Oltre agli arresti, sono stati sequestrati beni mobili, immobili e societari riconducibili ad alcuni arrestati. Valore: due milioni di euro. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento