menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Città della Scienza © Tm NewsInfophoto

Città della Scienza © Tm NewsInfophoto

Città della Scienza, c'è l'ok: rinascerà in tempi rapidi

Soluzione mista: la ricostruzione avverrà in parte dove sorgeva prima dell'incendio che l'ha distrutta, e in parte nel lotto 2, un'area interna confinante col museo in modo da restituire la spiaggia alla città

Una soluzione mista che consenta la ricostruzione di Città della Scienza in parte dove sorgeva prima dell'incendio che l'ha distrutta, e in parte nel lotto 2, un'area interna confinante col museo, in modo da restituire la spiaggia alla città. Queste le conclusioni cui è pervenuta la Commissione interistituzionale che doveva esprimersi, al termine della prima fase dei lavori, sulla localizzazione per la ricostruzione di Città della Scienza, il museo scientifico di Napoli interessato dal rogo dello scorso 4 marzo. Lo si apprende da un comunicato congiunto diffuso da Regione Campania, Provincia e Comune di Napoli.

"La commissione - si legge - ha stabilito che, all'esito della comparazione tra le tre ipotesi in campo per la localizzazione (ex acciaieria, in loco e lotto 2), sia più opportuna una soluzione 'mista' che sintetizzi l'esigenza di garantire unitarietà alla struttura, tempi rapidi di realizzazione e restituzione della spiaggia alla fruizione dei cittadini. Esclusa la ricostruzione nell'ex acciaieria perché risultata troppo costosa, con tempi più lunghi e pregiudicante l'unitarietà della struttura di Città della Scienza". "La soluzione 'mista' - si legge nella nota congiunta - raggiunta di intesa con la Fondazione Idis-Città della Scienza - prevederà una parziale ricostruzione nella vecchia posizione, mentre una altra parte avverrà al fianco del museo Corporea (lotto 2), così da garantire la possibilità di fruire degli stessi spazi per tutte le attività museali e, sul lato mare, di restituire la spiaggia con il ripascimento e bonifica dei fondali marini".

DE MAGISTRIS: "SIAMO SODDISFATTI" - "Un risultato che è il frutto di un lavoro, compiuto da tutti i soggetti istituzionali coinvolti, secondo il principio del rigore e della rapidità, a testimonianza di quanto profonda sia stata per il tessuto democratico e culturale, non solo locale ma nazionale ed internazionale, la ferita dell'incendio di Città della Scienza". Così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris che ha parlato di un punto di equilibrio che consentirà la ricostruzione della struttura e la restituzione del litorale ai cittadini "poiché contestualmente alla ricostruzione di Città della Scienza partirà anche la bonifica dei fondali marini (da Nisida al pontile) e il ripascimento della spiaggia".

CALDORO: "HA VINTO IL BUON SENSO" - "La leale collaborazione istituzionale ha consentito di arrivare ad un positivo risultato" ha fatto sapere il presidente della Regione Stefano Caldoro ringraziando "tutti quanti hanno contribuito alla soluzione, fra questi l'assessore Guido Trombetti che ha garantito un prezioso lavoro. Dalle istituzioni è arrivata una risposta forte e tempestiva. Era questo il segnale da dare alla città di Napoli, alla Campania, alla intera comunità internazionale".



Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento