rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca

Camorra, arrestato latitante del clan Polverino: era ricercato da due anni

Il 52enne Ciro Manco, di Marano, si nascondeva senza documenti in un appartamento residenziale ad Aversa. A suo carico una condanna a 30 anni di reclusione per associazione a delinquere di stampo mafioso e narcotraffico

I carabinieri del nucleo investigativo di Napoli lo hanno catturato ad Aversa: il 52enne Ciro Manco, di Marano, è ritenuto un elemento di spicco del clan Polverino - attivo a Nord di Napoli - ed era ricercato da due anni.

A suo carico pendeva un'ordinanza di custodia cautelare per associazione a delinquere di stampo mafioso e narcotraffico. Inoltre, Manco è stato successivamente condannato in primo grado a 30 anni di reclusione per gli stessi reati. Dalle carte processuali emerge che Manco trasportò due milioni di euro in contanti al boss Giuseppe Polverino, detto "'o barone", al tempo latitante: viaggiò in auto da Napoli fino a Barcellona con accanto una valigia contenente 2 milioni utili all'acquisto di 2 tonnellate di hashish.

Al momento dell'arresto il latitante non aveva documenti con sé. Viveva in un appartamento residenziale del comune casertano, zona comunque sotto l'influenza del clan cui apparteneva. Erano un paio di giorni che la casa era tenuta sotto osservazione: dalle finestre, sempre con persiane chiuse, si poteva notare solo qualche movimento di ombre all'interno. Poi l'uomo ha aperto uno spiraglio di una finestra, mettendosi sul divano a giocare a videogames: a quel punto i militari lo hanno riconosciuto e sono intervenuti.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra, arrestato latitante del clan Polverino: era ricercato da due anni

NapoliToday è in caricamento