Cronaca

Circumvesuviana, tornano le telecamere di Striscia la Notizia

I numeri dell'azienda: 142 treni, ma 97 sono fermi per guasto o manutenzione. Luca Abete nel cimitero degli elettrotreni di san Giovanni a Teduccio. Un macchinista: "Non è colpa nostra"

Luca Abete

Luca Abete di Striscia la Notizia torna a parlare di disagi e Circumvesuviana. Un'azienda in possesso di 142 treni, ma ben 97 sono fermi per guasto o manutenzione. Treni schedati come cannibalizzati, ovvero privi di alcuni pezzi asportati dalla stessa azienda per sostituirli in altre vetture. Decine e decine di mezzi fermi sui binari da molti mesi se non da anni, e che oggi risultano del tutto irrecuperabili.

Alla Stazione di San Giovanni a Teduccio, un vero e proprio cimitero di elettrotreni. Ci sarebbe spazio per i treni di nuova generazione, 24 treni acquistati nel 2010 per 4 milioni di euro l'uno. Ma su 24, oggi ne funzionano solo sei.


Come ha spiegato un manutentore da 26 anni nell’azienda ai microfoni di Striscia: "È stato ridotto l'organico, spesso siamo costretti a fare turni supplementari per cercare di sopperire a delle problematiche". E da un macchinista arrivano anche le scuse ai pendolari con un chiarimento: "Vi garantiamo che non è colpa nostra".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circumvesuviana, tornano le telecamere di Striscia la Notizia

NapoliToday è in caricamento