Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Circum, lavoratore picchiato: "Rischiamo ogni giorno"

Vincenzo Esposito è addetto ai tornelli di piazza Garibaldi. Sabato 5 ottobre un uomo fermato senza biglietto ha prima minacciato di morte il dipendente e poi lo ha colpito con un calcio al ginocchio: 10 giorni di prognosi: "Adesso sono preoccupato, l'azienda non fa abbastanza per la nostra sicurezza"

 

"Prima mi ha offeso, poi ha minacciato di spararami. Si è sfogato sui tornelli e, infine, mi ha sferrato un calcio al ginocchio". Vincenzo Esposito è un dipendente Eav e lavora alla biglietteria della circumvesuviana di piazza Garibaldi. Oggi, cammina con l'aiuto di una stampella perché il colpo ricevuto da un uomo gli ha provocato una forte contusione al ginocchio, con interessamento di gamba e piedi: 10 giorni di prognosi. 

Vincenzo controlla gli accessi ai binari e durante il turno di sabato 5 ottobre ha notato una persona attraversare i tornelli senza biglietto. Ha provato a fermarlo, ma la reazione lo ha colto alla sprovvista. "Sono episodi all'ordine del giorno - racconta - la rissa è un rischio frequente perché ci troviamo ad affrontare sbandati di ogni tipo. L'azienda non fa abbastanza per garantire la nostra incolumità. Dopo che sono stato aggredito non ha permesso a nessun collega di accompagnarmi all'ospedale, ne di venirmi a prendere al momento delle dimissioni". 

Un episodio di violenza che oltre ad aver avuto conseguenze fisiche, ne avrà anche di mentali: "Quando ti trovi di fronte qualcuno che ti minaccia di morte e dopo ti colpisce, questa sensazione ti resta dentro. Adesso sono preoccupato, anche che questo individuo possa tornare. Ha ricevuto un processo per direttissima ed è uscito il giorno stesso. Non credo che la legge mi tuteli in questo senso. Stiamo parlando di una persona che anche quando sono arrivati gli agenti di polizia ha continuato a inveire, minacciare e reagire".

Vincenzo Esposito è solo l'ultimo episodio di violenza ai danni di un lavoratore della rete del trasporto pubblico: "L'Eav dovrebbe innanzitutto piazzare più persone ai tornelli, poi chiedere l'appoggio delle forze dell'ordine. Oggi è capitato a me, domani a un altro collega: qualcosa deve cambiare". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento