Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cippo Sant'Antonio, tensione con la polizia alla Sanità. Una donna: "Hanno fatto vincere altri quartieri"

 

"La polizia e i carabinieri non hanno fatto accendere il fuoco i nostri ragazzi, hanno fatto vincere gli altri quartieri". Una donna del Rione Sanità chiarisce il pensiero di parte del quartiere sul cippo di Sant'Antonio. "E' una tradizione, non si è mai fatto male nessuno e si deve fare" gli fa eco un'altra". E alla domanda sull'eventuale preoccupazione per l'incolumità dei figli, le donne rispondono "E' più pericoloso quando i poliziotti li inseguono per strappargli il legno che hanno raccolto".

Serata complessa quella del Rione, con gli agenti di polizia a presidiare piazza Sanità ed evitare che venga appiccato il fuoco, tradizione illegale ormai da diversi anni. In uno dei locali sul retro della chiesa di Santa Maria, le forze dell'ordine hanno trovato tonnellate di legno stipato. I giovani del quartiere, ansiosi di accendere il fuoco, hanno atteso diverse ore che la polizia abbandonasse l'area. 

"Potevano dare ai ragazzi la possibilità di farlo, pochi minuti e tutto sarebbe finito - proseguono le donne del Rione - Invece, così, stanno costringendo i ragazzi a correre avanti e indietro, con il rischio che si facciano male". Intorno alle 20.30, un gruppo di giovani a volto coperto è sbucato da un vicolo e, con la benzina, ha dato fuoco a un albero della pizza. Subito dopo, sono cominciati i lanci di bottiglie e altri oggetti all'indirizzo della polizia. Alcune bottiglie sono arrivate pericolosamente vicine a un gruppo di cittadini che stazionava in zona e al gruppo di reporter presenti. 

Il lancio è durato alcuni minuti, dopodiché, gli agenti si sono messi in assetto antisommossa. Nel giro di mezz'ora, in piazza Sanità è giunto un altro mezzo blindato della polizia e due gazzelle dei carabinieri. L'obiettivo è presidiare la zona fino a mezzanotte, ultimo orario utile per chi, seguendo la tradizione, vuole accendere il fuoco in strada.

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento