Cimitero: i lavoratori Selav protestano davanti all'ingresso di Poggioreale

Chiedono di incontrare il sindaco de Magistris. Non intendono però bloccato le celebrazioni del 2 novembre

Oggi i lavoratori della Selav hanno presidiato gli ingressi del cimitero di Poggioreale di Napoli per fare ascoltare le loro ragioni. Assicurano però che, sensibili al culto dei defunti che con la loro opera per decenni hanno collaborato a celebrare, non impediranno in alcun modo le attività legate al 2 novembre, fosse anche le accensioni delle lampade, anche per non penalizzare gli altri lavoratori cimiteriali.

"Invochiamo - spiegano i manifestanti - l’intervento della politica e chiediamo di incontrare il sindaco Luigi de Magistris che, sebbene sia entrato sull’argomento del servizio cimiteriale delle lampade, non ha dedicato la giusta attenzione alla questione dei lavoratori. Rammentiamo che il vicesindaco Panini diede rassicurazioni sul mantenimento dei posti di lavoro. Lo sconcerto dei lavoratori della Selav è che proprio l’Amministrazione comunale attraverso i propri dirigenti scegliendo percorsi diversi ha cancellato quei posti di lavoro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le manifestazioni continueranno domani presso gli uffici della Direzione dei Cimiteri all’autoparco in via Santa Maria Del Piano e mercoledì mattina presso la Prefettura dove è previsto un sit-in, nella speranza che le istituzioni possano farsi carico della situazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento