Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cimitero, macerie sulle salme: c'è anche una martire di guerra

 

Prosegue la battaglia di Bukaman sui cimiteri. Questa volta, il suo video riguarda il cimitero di Miano dove, alcune settimane fa, un enorme albero è stato buttato giù dal vento, distruggendo un monumento funebre. Il tronco è stato rimosso, ma le salme sono ancora 'sepolte' dalle macerie provocate dal crollo. 

Tra i defunti senza pace c'è anche Giuseppina Bianco, conosciuta come la martire di Mugnano, uccisa nel 1944 per sfuggire allo stupro delle 'marocchinate'. Bukaman ha intercettato la sorella, Margherita Bianco, che oggi ha 84 anni e non si rassegna a vedere coperti dal degrado i corpi della sua famiglia: "Qui ci sono mia sorella, mia madre, mio padre. Vorrei che i morti fossero sistemati altrove prima di morire, così potrei andarmene più serenamente. Così non riesco a vederli. Nessuno mi da ascolto". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento