Cronaca

"Ciao papà l'ho scritta io": l'ex killer pentito del Clan Benforte vuole i diritti d'autore

Bruno Buttone chiede che gli vengano riconosciuti i diritti per la canzone portata al successo da Nico Desideri

Buttone

Bruno Buttone, killer del clan Belforte di Marcianise e oggi collaboratore di giustizia, avanza una particolare richiesta, ossia di vedersi riconosciuti i diritti d'autore per un testo musicale scritto quando si trovava in carcere.

Mentre era recluso a Poggioreale, come scrive Musto sul Mattino, Buttone asserisce di aver fatto recapitare al cantante neomelodico Nico Desideri una sua poesia, dal titolo "Ciao Papà", che ebbe poi un buon successo, dopo essere stata anche musicata.

Ora Buttone chiede che gli vengano riconosciuti i diritti d'autore per quel testo, dichiarando di essere anche legato affettivamente a quella canzone, scritta in onore del padre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ciao papà l'ho scritta io": l'ex killer pentito del Clan Benforte vuole i diritti d'autore

NapoliToday è in caricamento