Campania zona gialla, ma c'è una situazione paradossale: "Molti hanno scelto di chiudere comunque"

Lo rivela Massimo Di Porzio, presidente Fipe Confcommercio Napoli: "Alcuni hanno già svuotato i frigoriferi, c'è confusione sui provvedimenti e sui Dpcm"

(Ansa, foto di repertorio)

"E' una situazione abbastanza paradossale, direi kafkiana". Così Massimo Di Porzio, presidente di Fipe Confcommercio Napoli, commenta a Skytg24 l'inserimento della Campania nell'area gialla. Una decisione che Di Porzio definisce "positiva, anche se - precisa - molti stanno decidendo comunque di chiudere dopo aver fatto la valutazione sui costi, sui ricavi e sui rischi".

Campania zona gialla, ma per la scuola ci sono già regole più stringenti

Secondo Di Porzio "bisogna lavorare sulla comunicazione perché ci sono situazioni troppo confuse. A Napoli su questo si fa ironia e si dice che ogni provvedimento sembra un'estrazione al lotto. Continuano a girare bozze di provvedimenti e queste incidono sulle aspettative delle aziende, quasi tutti qui avevano già svuotato i frigoriferi. Anche la settimana scorsa il professor Ricciardi e il presidente De Luca avevano detto che la situazione a Napoli e in Campania era abbastanza grave. Noi abbiamo bisogno di regole certe e di una programmazione, siamo disposti a seguire tutti i provvedimenti ma abbiamo bisogno di sapere con più precisione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento