Chiara, la ragazza segregata in casa, incontra la madre in ospedale

La madre non essendo più agli arresti domiciliari ha potuto incontrare la figlia anche se per poco tempo e alla presenza del personale sanitario dell'ospedale

La casa degli orrori

Chiara, la ragazza segregata dalla madre in casa al Vomero per ben otto anni, ha incontrato in ospedale la madre Rosa Sgargia, nel pronto soccorso psichiatrico del San Giovanni Bosco.

Come riportato dal Mattino, la madre non essendo più agli arresti domiciliari ha potuto incontrare la figlia anche se per poco tempo e alla presenza del personale sanitario dell'ospedale.

Chiara, malnutrita e ridotta in fin di vita dalla segregazione, è ora in ripresa come fanno sapere i medici che si dicono fiduciosi sul suo recupero fisico, mentre ovviamente ci vorrà del tempo per superare lo shock psicologico a cui è stata sottoposta in questi anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv? Arriva il chiarimento

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Uomo investito mentre attraversa sulle strisce pedonali: la scena ripresa dalle telecamere (VIDEO)

  • I 5 migliori ristoranti di pesce di Pozzuoli

  • Grave incidente stradale in vacanza, muore Lello Iodice: lascia la moglie e tre figli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento